YouTube pronta a sfidare Netflix su film e serie TV in streaming. Come funzionerà?

Il mercato delle serie TV e film in streaming on demand è certamente destinato ad allargarsi, e per Netflix la concorrenza si sta per fare agguerrita. Anche YouTube vuole provare a dargli filo da torcere. Scopriamo il perché

20
CONDIVISIONI

Ormai il futuro della TV sembra essere proprio in streaming, e questo lo si capisce ancora di più guardando le strategie dei grandi network e colossi di internet, che puntano e investono sempre più al servizio on demand per i loro contenuti di intrattenimento. Se in Italia è da poco sbarcato Netflix, in assoluto il più importante e conosciuto servizio di streaming on line con milioni di ore di film e serie TV in esclusiva, a fargli concorrenza troviamo altri giganti del web come Amazon, o canali televisivi che si adeguano alle nuove richieste del mercato. E secondo voi YouTube poteva starsene ferma a guardare e lasciarsi sfuggire una importante fetta di mercato come quella dello streaming on demand?

La risposta è quasi scontata: no. Pare infatti che la società del gruppo Google sia in trattativa con i vertici di Hollywood e altre compagnie di produzione per negoziare le licenze su nuovi contenuti da trasmette sulla propria piattaforma.L’obiettivo di YouTube sarebbe quello di assicurarsi una ricca collezione di contenuti di intrattenimento con licenze regolari nel 2016.

Molto probabilmente questo nuovo servizio andrà a confluire nel nuovo YouTube Red, il servizio a pagamento (con un canone mensile) che ha debuttato da poco e che dà la possibilità di vedere video e musica senza interruzioni pubblicitarie.

Insomma, la guerra a Netflix sta per essere lanciata. YouTube vuole allargare il suo mercato, già ampiamente in costante crescita, e questo significa solamente una cosa: nuove opportunità per noi utenti. L’aumento di concorrenza infatti speriamo possa favorire un abbassamento dei costi dei canoni mensili, con una maggiore offerta e dunque maggiore possibilità di scelta. Anche se ancora non ci sono naturalmente notizie sui costi di quello che sarà il nuovo servizio YouTube, e non c’è nemmeno nessuna indicazione sul funzionamento del servizio.

Allora non rimane che aspettare, sono convinto che sempre più colossi entreranno in competizione in questo campo per fornirci i loro contenuti streaming. Voi cosa ne pensate del nuovo progetto YouTube?

20
CONDIVISIONI

Lascia un commento: