Honor 7 e Huawei P8 portano il produttore a livelli mai visti: Apple è più vicina

Emblematici i dati IDC riguardanti il mercato smartphone. La crescita del produttore asiatico sembra davvero inarrestabile

1
CONDIVISIONI

Spuntano in queste ore ulteriori indagini di mercato per quanto concerne il settore smartphone che la dicono davvero lunga sull’enorme crescita da parte di Huawei nel corso del 2015, grazie soprattutto alla spinta di modelli come gli Honor 7 e Huawei P8, capaci di creare i primi grattacapi a colossi del calibro di Samsung ed Apple grazie ad un rapporto tra qualità e prezzo assolutamente invidiabile.

Questa volta lo studio è frutto del lavoro portato avanti da IDC e ci dice che lo scorso anno Huawei è passata dall’occupare il 5,7% delle quote di mercato al 7,4%. Una crescita decisamente importante e significativa, soprattutto se si pensa che al contempo il produttore asiatico è stato in grado di rosicchiare delle significative quote di mercato ad Apple. Questo perché durante il 2015 ha sì aumentato la propria presenza sul mercato portandola al 16%, ma nell’ultimo trimestre (periodo del lancio dell’iPhone 6S sul mercato) ha avuto una crescita nettamente inferiore a quella di Huawei.

E Samsung? Nonostante il Samsung Galaxy S6 pare non essere andato così male, è impossibile non sottolineare che il brand coreano sia passato dal 24,4% di fine 2015 al 22,7% registrato al termine del 2015, nonostante una leggera ripresa che probabilmente ha preso corpo durante le settimane natalizie. Staremo a vedere se il tanto atteso Samsung Galaxy S7 sarà capace di riportare il produttore ai livelli che abbiamo riscontrato fino a due anni fa.

Resta comunque centrale il ruolo di Huawei ed una menzione particolare, a mio modo di vedere, va riservata proprio al cosiddetto Huawei P8, il primo dispositivo che è riuscito ad imporsi con forza tra quelli di fascia alta. Innegabile poi che il lancio avvenuto a fine agosto per il tanto apprezzato Honor 7 abbia fatto il resto. Non credete anche voi?

1
CONDIVISIONI

Lascia un commento: