Emis Killa annuncia sui social il suo nuovo album Terza Stagione: foto e data d’uscita

Il rapper Emis Killa ha annunciato su Facebook titolo, data d'uscita e foto promozionale del suo nuovo album, il quarto in carriera

I fan che lo seguono sui social network lo sapevano già da giorni: il nuovo album di Emis Killa è pronto. Ed è proprio attraverso la sua pagina Facebook che il rapper ha voluto fornire i primi dettagli sulla sua ultima fatica, che si intitolerà Terza Stagione.

Nel pomeriggio di giovedì 8 settembre, Emis Killa ha affidato a Facebook una frase che ha tenuto tutti sulle spine: “Alle 20.00 svelerò su tutti i miei social titolo e data di uscita del mio nuovo album. #StayTuned“, ed ha effettivamente mantenuto la promessa, parlando proprio sul social network della sua creatura di prossima uscita.

Terza Stagione uscirà il prossimo venerdì 14 ottobre, e la foto promozionale postata sui social ritrae il rapper col volto semicoperto dal colletto del giubbotto psichedelico che indossa, su uno sfondo giallo.

Oltre a queste poche informazioni, tuttavia, Emis non ha rivelato altro, omettendo ad esempio il significato del titolo e il numero delle tracce; lo scorso 5 settembre, tuttavia, aveva raccontato il suo nuovo progetto discografico, soprattutto dal punto di vista del sound, ai fan con un lungo post su Facebook:

Buonasera a tutti.
Dopo mesi di mezzi spoiler e notizie date a metà, finalmente posso comunicarvi che il mio nuovo album è pronto.
Ho aspettato un pó a dirlo palesemente perchè volevo essere sicuro e convinto del risultato, quindi sono rimasto vago nelle ultime settimane, ma oggi sono uscito dallo studio felice, siamo giunti a termine e sono carico a bomba.
Già dai prossimi giorni comunicheremo il resto, quindi non temete, per tutti i dettagli dovrete attendere veramente pochissimo.
Per il momento posso (e voglio) spiegarvi un po che tipo di album sarà.
Come tutti sapete la mia carriera negli ultimi anni è esplosa e si è contaminata di altro, di attività come la televisione e la radio, togliendo spazio a quella che è la cosa fondamentale per me, ovvero la musica. Questo è il motivo per cui la mia assenza sui palchi questa volta si è sentita un po di più. Non è facile fermare la giostra e scendere una volta che ci si sale con l’intento di farsi girare la testa.
Dopo aver raggiunto il limite della mia esposizione ho avuto quasi un crollo emotivo, sentivo che mi stavo allontanando troppo dalla cosa che amo, e che in questo momento, proprio non riesco a essere nient’altro che Emis Killa, il Rapper.
Quindi dal mio nuovo disco filtrerà sicuramente questo ritrovamento di me stesso, sia nei testi che nelle sonorità, sia nel bene che nel male.
E’ un disco maturo, ma pur sempre grigio. In mercurio arrivavo da un successo inaspettato (L’erba cattiva), e la voglia di replicare mi ha fatto lavorare più col sentore di cercare una hit piuttosto che con quello che mi ha sempre fatto divertire, ovvero il rap senza nessun tipo di filtri o censure.
Ovviamente non si tratta di un mixtape, tantomeno dell’album d’esordio di un giovane artista, questo è il mio terzo disco ufficiale in carriera e quindi ci saranno sicuramente delle sfumature (anche se rare) più radiofoniche rispetto ai miei primi lavori. Perchè diciamocelo, a nessuno piace passare dai dischi di platino ai dischi che non vendi ammassati in un magazzino. Premesso questo, l’album sarà per l’80% grezzo e ignorante.
E’ un passo importante del mio percorso, è il passo in cui ho dato ascolto ai miei fan di vecchia data e al mio io più radicato, fregandomene del parere della casa discografica o del mainstream, insomma, ho voluto fare un po il cazzo che volevo a sto giro, sia negli episodi piu’ crudi che in quelli piu’ morbidi.
Ringrazio in anticipo tutti quelli che hanno atteso fino ad ora e sono li ad aspettarmi, anche io sto aspettando voi. Un abbraccio a tutti.
Emis Killa.

Per Emis Killa si tratta del quarto album di inediti, il primo dopo l’esperienza a The Voice of Italy 2016, talent show di Rai2 al quale ha partecipato in qualità di giudice arrivando sul podio come mentore del secondo classificato, Charles Kablan.

Lascia un commento: