Il video di Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani per l’Eurovision: quali sono le differenze con l’originale?

Manca sempre meno alla nuova edizione dell'Eurovision Song Contest, che quest'anno si terrà a Kiev nel mese di maggio. Come ha deciso di lavorare Francesco Gabbani su Occidentali's Karma?

Online nella nuova versione il video di Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani per l’Eurovision, pubblicato venerdì 17 marzo sul canale Youtube della manifestazione musicale.

La competizione si terrà dal 9 al 13 maggio a Kiev e prevede alcune regole ferree, che hanno portato Francesco Gabbani a dover riadattare alcune parti della canzone in vista della gara.

La modifica più evidente riguarda la durata di Occidentali’s Karma, che è stata ridotta dai 3 minuti e 38 della versione originale ai 3 minuti vincolanti del contest, che prevedono l’esclusione per qualsiasi brano sia più lungo di 180 secondi.

L’attacco della prima strofa è molto più breve e la stessa è priva della frase:

Nella tua gabbia 2×3 mettiti comodo
Intellettuali nei caffè
Internettologi
Soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi

Seguono due ritornelli non intermezzati dalla seconda strofa, completamente eliminata, come mai? Probabilmente la ragione sta nella menzione nel testo del marchio Chanel; anche su questo l’Eurovision infatti ha regole ferree, che consistono nell’esclusione immediata dal contest in caso di menzione di grandi firme.

Per il resto Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani per l’Eurovision è rimasta pressochè invariato, seppure siano in molti i commenti sotto al video che lamentano di non aver gradito i tagli effettuati.
Sul canale è possibile vedere il video sottotitolato in inglese per agevolare la comprensione del testo al pubblico internazionale, data la scelta di tenere il brano in italiano.

Con l’avvicinarsi del Festival sono sempre di più i pronostici che da tutta Europa danno Francesco Gabbani come uno dei superfavoriti dell’edizione con la sua “gorilla dance“: nonostante le molte restrizioni del contest infatti, il cantautore toscano potrà portare con sè sul palco la scimmia che balla.

Qualora l’Italia davvero venisse incoronata vincitrice del contest, riuscirebbe a portare a casa per la prima volta il titolo dopo ben 17 anni: è dall’esibizione del 1990 di Toto Cutugno che l’Italia non riesce a salire sul gradino più alto del podio.

Lascia un commento: