Al via Girlboss, la serie sulla vera storia di Sophia Amoruso debutta su Netflix: cast e personaggi

Su Netflix debutta Girlboss, serie ispirata all'omonimo beststeller di Sophia Amoruso che narra l'ascesa imprenditoriale della fondatrice del brand Nasty Gal.

20
CONDIVISIONI

Da venerdì 21 aprile su Netflix sarà possibile guardare Girlbossla serie originale con Britt Robertson, ispirata alla storia di Sophia Amorouso. A ricoprire i panni della protagonista vi è proprio la giovane attrice, che torna sul piccolo schermo dopo il flop di The Secret Circle di qualche anno fa.

Girlboss è ispirato al best-seller #Girlboss scritto da Sophia Amorouso, fondatrice del brand di moda Nasty Gal. La serie tv racconta la sua vita. Giovane ragazza ribelle, Sophia inizia a vendere vestiti vintage su eBay e, all’età di 28, costruisce un impero della moda del valore di svariati milioni di dollari. Tuttavia, col passar del tempo, si renderà conto che essere il capo di se stessi non è così facile come credeva.

Girlboss si tratta di un prodotto assolutamente da binge watching con una prima stagione composta da 13 episodi della durata di 30 minuti ciascuno. La serie tv è stata scritta e prodotta da Kay Cannon (già dietro Voices e 30 Rock), mentre tra i produttori esecutivi figurano nomi come Charlize Theron, Laverne McKinnon, Beth Kono e Christian Ditter (Single, ma non troppo), che ha diretto anche alcuni episodi di Gilboss.

Nel cast della serie, oltre la già citata Britt Robertson nel ruolo della protagonista, anche Ellie Reed, che ricopre il ruolo di Annie, Alphonso McAuley (già visto in Breaking In) interpreta Dax, Johnny Simmons (attore attivo in campo cinematografico con pellicole come Noi Siamo Infinito e 21 Jump Street) è Shane; infine Dean Norris, il celebre Hank Schrader di Breaking Bad (recentemente apparso nella decima stagione di The Big Bang Theory), interpreta Jay.

Con Girlboss Netflix si prepara a ripetere il successo straordinario di Tredici – 13 Reasons Why, presentando ai suoi utenti una serie fresca e originale, che sicuramente attrarrà il suo pubblico più giovane. Del resto, il servizio video on demand non ha mai deluso in fatto di contenuti: da The Crown alla sorpresa The OA, Netflix ha sempre un asso nella manica pronto a stupire.

20
CONDIVISIONI

Lascia un commento: