Video gameplay Dragon Ball FighterZ da 50 minuti tutto da gustare dall’EVO 2017

I Super Saiyan nuovamente in azione.

5
CONDIVISIONI

In questi giorni si sta svolgendo l’Evolution Championship Series 2017, meglio conosciuto come EVO 2017. Si tratta di un evento dedicato alle competizioni videoludiche, al quale sono presenti anche Bandai Namco e Arc System Works con il loro Dragon Ball FighterZ: alla fiera, infatti, sono presenti nuove postazioni demo presso le quali è possibile provare il gioco ed è da questa occasione che ci arriva un nuovo, lungo video gameplay di ben 50 minuti sul nuovo picchiaduro ispirato all’opera di Akira Toriyama.

La clip, purtroppo, non mostra reali novità su Dragon Ball FighterZ: la demo proposta da Bandai Namco per L’EVO 2017 è la stessa portata all’E3 2017, con sei personaggi giocabili e due stage: parliamo di Goku, Vegeta, Gohan, Freezer, Cell, Majin Bu, l’arena del Torneo Tenkaichi e il pianeta Namecc. Qualche giorno fa, infatti, Bandai aveva precisato che la build di Dragon Ball FighterZ presente all’evento non sarebbe stata diversa da quella vista poche settimane fa, e che dunque i fan del titolo non avrebbero ancora visto Trunks in azione.

Il guerriero del futuro è stato annunciato qualche tempo fa con un paio di immagini teaser e tutti gli appassionati di Dragon Ball FighterZ non vedevano l’ora di vedere in azione Trunks: purtroppo pare che bisognerà aspettare ancora un po’ per vedere all’opera il Saiyan nei primi trailer o screenshot più approfonditi.

Dragon Ball FighterZ uscirà nel 2018 ed è in sviluppo per le piattaforme PS4, Xbox One e PC: la clip sottostante, che dura 50 minuti, non offre nulla di davvero nuovo, ma permette di dare un ulteriore sguardo alle mosse dei personaggi e ai loro outfit alternativi. In chiusura vi ricordiamo che su Facebook esiste la community italiana di riferimento del gioco degli Arc System Works, mentre se volete essere sempre aggiornati sul mondo Dragon Ball vi consigliamo di lasciare un like agli amici di Dragon Ball – Pagina Italiana.

5
CONDIVISIONI

Lascia un commento: