Senza fine i problemi della fusione Wind e 3 Italia: situazione rete allo stato attuale

Il roaming 4G ha acuito i problemi di rete dovuti alla fusione Wind e 3 Italia

22
CONDIVISIONI

Si è illuso chi ha creduto che i problemi generati dalla fusione Wind e 3 Italia fossero finiti. La situazione non è affatto migliorata, anzi, potremmo addirittura dire che per certi versi sia peggiorata con l’attivazione del roaming 4G su rete Wind da parte degli utenti H3G.

Capita molto spesso di imbattersi in segnalazioni di utenti che lamentano l’improvvisa caduta della linea durante le chiamate: specie quando si telefona mentre ci si sposta, lo smartphone tende a cambiare più spesso cella, e, non trovando quella afferente al segnale 3 Italia, accade non troppo di rado che l’aggancio si leghi ad una cella Wind, cosa che determina la caduta della linea.

L’apertura stessa del roaming 4G ha comportato una maggiore affluenza di utenti collegati su celle dapprima sfruttate dai soli clienti Wind, ed adesso presa d’assalto anche da quelli 3 Italia (può capitare la rete si saturi laddove lo scambio di dati diventa più inteso).

Un altro ostacolo è rappresentato paradossalmente dal lavoro dei tecnici ZTE, che, col loro intervento di riconversione del segnale 3 Italia in Wind, possono anche causare blackout temporanei, che permangono per tutta la durata dell’operazione.

La fusione Wind e 3 Italia ha causato problemi agli utilizzatori anche in virtù delle 5000 antenne in esuburo concesse al gruppo Iliad per l’insediamento in Italia di Free Mobile (o come si chiamerà il quarto operatore nazionale): chi in genere sfruttata quelle infastrutture si trova adesso costretto a fare affidamento esclusivamente sul roaming Wind, non potendo più contare nemmeno sul roaming TIM, che in alcune località agevolava un po’ la situazione.

Non è difficile immaginare che tutto questo andiriviani possa causare anche un collasso energetico degli smartphone coinvolti: lo switch insistito alla ricerca perenne del segnale provoca un consumo anomalo di batteria, un altro disturbo che va ad aggiungersi ai già noti problemi generati dalla fusione Wind e 3 Italia. Speriamo di uscirne quanto prima.

22
CONDIVISIONI

Lascia un commento: