Primo confronto tra iPhone X e Samsung Galaxy Note 8, paragone tecnico in corso

Muso contro muso tra iPhone X e Samsung Galaxy Note 8, primo confronto tecnico

15
CONDIVISIONI

Adesso che iPhone X è stato finalmente presentato, viene quasi naturale confrontare il melafonino del decennale con il modello phablet più inseguito in assoluto, il Samsung Galaxy Note 8. Se siete atterrati qui è perché, come noi, nutrite una forte curiosità di sapere quale dei due potrebbe spuntarla sull’altro, e da che punto di vista. Procediamo con il paragone tecnico per addentrarci al meglio in questa dura battaglia.

DESIGN – iPhone X parla da solo, l’azienda californiana ha davvero centrato il punto, sfornando un dispositivo bello e funzionale, ed assolutamente all’avanguardia. Il telefono è realizzato per la maggiore in vetro, sia sul fronte che sul retro: la superficie frontale è praticamente tutta occupata dal display, un lavoro che la mela ha voluto perseguire con astuzia. Lo stesso possiamo dire del Samsung Galaxy Note 8, che, grazie al suo Infinity Display, sta spopolando tra giovani e meno giovani, garantendo le medesime peculiarità del suo antagonista.

DISPLAY – Il melafonino del decennale sfoggia un ampio Super Retina Display da 5.8 pollici con tecnologia OLED  (la risoluzione è pari a 2436×1125 pixel, 458 i ppi): prima di entrare maggiormente nel dettaglio vorremmo provarlo a nostra volta. Il phablet di casa Samsung risponde con l’Infinity Display Super AMOLED da 6.3 pollici (risoluzione WQHD+ di 2960 x 1440 pixel a 521 ppi, con rapporto 18,5:9). Un duello praticamente paritario, che quasi si riduce ad una scelta del tutto soggettiva.

HARDWARE – Il processore A11 Bionic di iPhone X non teme rivali, un po’ com’è stato lo scorso anno col precedente A10, che ha dato filo da torcere in abbondanza a tutti gli altri concorrenti. Realizzato a 10nm, parliamo di una hexa-core con 2 core ad alte prestazioni e 4 a basso consumo, in abbinamento a 3 GB di RAM (due i tagli di memoria interna, ovviamente non espandibile, da 64 e 256 GB). Altrettanto potente sappiamo essere il Samsung Galaxy Note 8, spinto – nella versione internazionale – dal processore Exynos 8895 (octa-core, quattro da 2.3 GHz e quattro da 1.7), anch’esso prodotto a 10nm, 6 GB di RAM e 64 GB di storage (espandibile tramite microSD).

FOTOCAMERA – Bella sfida anche sotto questo aspetto: iPhone X monta una fotocamera doppia da 12 MP, stabilizzata meccanicamente, e capace di una videoregistrazione 4K a 60 fotogrammi al secondo (7 MP la fotocamera frontale). Il sudcoreano replica con un’altrettanta fotocamera doppia (il primo sensore da 12 MP con apertura f/1.7 ed il secondo – sempre da 12 MP – con apertura f/2.4 e zoom ottico 2x, entrambi con OIS). Frontalmente risponde presente un sensore da 8 MP (autofocus ed apertura f/1.7).

BATTERIA – Non conosciamo nel dettaglio la capacità della batteria di iPhone X, che comunque si dice garantire due ore di autonomia in più rispetto ad iPhone 7. Il Samsung Galaxy Note 8 monta un’unità da 3300 mAh, dimostratosi abbastanza all’altezza della situazione.

ALTRO – iPhone X riesce a strabiliare, grazie al riconoscimento facciale 3D, il FaceID, da poter utilizzare anche come sistema di autenticazione con Apple Play e per le attività videoludiche, ed alla tecnologia di realtà aumentata della fotocamera posteriore. Per la prima volta è stata inclusa la ricarica wireless Qi, altro elemento che gli estimatori attendevano con ansia da tanto tempo. iPhone X risulta resistente ad acqua e polvere. Il Samsung Galaxy Note 8 vanta lo scanner dell’iride con altrettanto riconoscimento facciale come misura di sicurezza, la certificazione IP68 che ne attesta la resistenza ai liquidi, l’assistente proprietario Bixby, l’integrazione con la DeX Station per trasformare il telefono in un mini-PC, l’ormai intramontabile SPen (strumento essenziale per la produttività), il supporto al DualSIM e la ricarica wireless veloce QC 2.0.

SOFTWARE E PREZZO – Non ha certamente bisongno di presentazione iOS 11, che renderà iPhone 8 una macchina ancor più innovativa e funzionale. Il Samsung Galaxy Note 8 vanta la versatilità di Android 7.1.1 Nougat, chiaramente personalizzato con gli accorgimenti software proprietari dell’intramontabile TouchWiz. Il prezzo di iPhone X è di 1189 euro per il modello da 64 GB, pari addirittura a 1359 euro per quello da 128 GB, con pre-ordini aperti dal 27 ottobre e spedizioni dal 3 novembre, mentre il phablet asiatico sappiamo avere un prezzo di 999 euro, per il modello base da 64 GB.

Leggi tutti gli approfondimenti sulla presentazione di iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X:

Scheda tecnica iPhone 8 e iPhone 8 Plus

Scheda tecnica iPhone X

Comparativa iPhone 8 vs Samsung Galaxy S8

Comparativa iPhone 8 vs iPhone 7 e iPhone 8 Plus vs iPhone 7 Plus

Dopo l’analisi appena snocciolata, l’ago della vostra bilancia pende più in direzione di iPhone X, o magari a favore del Samsung Galaxy Note 8?

15
CONDIVISIONI

Commenti (3):

umberto

Salve
sono un fan del note 8 e vorrei giusto fare due appunti all’articolo in questione
Per prima cosa il note8 ha 6 giga di ram e non 4.
Inoltre manca un accenno al pennino e a tutte le sue potenzialità
Per non parlare del Dex e della possibilità di trasformare il note8 in un desktop
geazie alla prossima

    Nadia Napolitano Autore del post

    Salve Umberto,
    grazie mille dell’intervento. Abbiamo provveduto ad aggiornare l’articolo con i tuoi suggerimenti, perdona la nostra distrazione :)

Lascia un commento: