Squadra Mobile – Operazione Mafia Capitale su Canale 5 tra corruzione e scandali: anticipazioni 13 settembre

Ardenzi e Sabatini uniti dallo stesso destino? Lo scandalo di Mafia Capitale si allunga sulla seconda stagione di Squadra Mobile

Squadra Mobile Operazione Mafia Capitale è pronta per il suo debutto nel prime time di Canale 5 andando allo scontro diretto con Pechino Express 2017 in onda su Rai2. Le prime serate della tv italiana iniziano a scaldarsi e la lotta tra Sabatini e Ardenzi non poteva mancare.

Ad andare in onda questa sera saranno i primi due episodi di Squadra Mobile Operazione Mafia Capitale e ancora una volta Daniele Liotti e Giorgio Tirabassi saranno i protagonisti tra inseguimenti, scontri e nuovi casi da risolvere. Il personaggio interpretato da Giorgio Tirabassi dovrà prepararsi ad affrontare un nuovo scandalo nelle vesti di Vice Questore.

Ardenzi è ancora ossessionato dalla fuga di Claudio Sabatini ma alla Mobile si presenta un’operazione delicata e cruciale legata allo scandalo di Mafia Capitale. Una rete di malaffare e corruzione sembra aver trovato terreno fertile nel Comune di Roma e dentro ha tirato politici, imprenditori e faccendieri. La Mobile è chiamata a fare pulizia proprio ad un anno dal finale della prima stagione.

Nel secondo episodio in onda questa sera, Ardenzi ha finalmente quello che cercava: la prova che Sabatini è rientrato in Italia e, in particolare, a Roma e per questo cercherà di stringere il cerchio intorno a lui per cercare di non lasciarselo sfuggire. Sabatini deve risolvere una situazione importante: ha puntato tutto su una partita di diamanti e ora qualcuno glieli ha rubati. Di chi si tratta? Forse i due ex colleghi si troveranno fianco a fianco per lottare contro un nemico comune?

Intanto, nel finale di questa prima puntata di Squadra Mobile Operazione Mafia Capitale, alla Mobile si lavora sul caso di una ragazza stuprata mentre continuano le intercettazioni dell’inchiesta Mafia Capitale. I due casi sono legati in qualche modo?

Lascia un commento: