Lucifer 3×07 è una lezione sul peccato e sul destino, sfidare il Diavolo è pericoloso (promo 3×08)

Lucifer 3x07 è un episodio alienato dal resto della stagione ma che sa regalare una bella morale sul peccato e sul destino: la nostra recensione e il promo del 3x08.

30
CONDIVISIONI

Episodio particolare quello di Lucifer 3×07. Off The Record, questo il titolo, ci porta nel mondo del giornalismo investigativo usando una formula sperimentata già in diverse serie televisive di genere poliziesco. Certamente il lavoro del criminologo è interessante sotto ogni punto di vista, sopratutto se il consulente che aiuta la polizia si fa chiamare Lucifer Morningstar e si aggira tra i corridoio convincendo tutti di essere il Diavolo in persona.

Quando Reese, un reporter in cerca di scoop e di vendetta per aver scoperto l’ex moglie con Lucifer, si interessa al lavoro del nostro protagonista, per il Diavolo è un invito a nozze: l’atteggiamento da prima donna, intrigante, arrogante ed egocentrico attira il giornalista che intende scoprire cosa nasconde sotto quel bel viso. Reese è evidentemente un uomo disperato e ossessionato che spera di riconquistare l’ex moglie – che scopriamo essere Linda – con lo scoop del secolo. Ma attenzione: sfidare il Diavolo può rivelarsi pericoloso.

Siamo di nuovo di fronte a un episodio che si dissocia dagli altri di questa stagione. Lucifer 3×07 porta avanti solo il rapporto tra il protagonista e Chloe, che non sfugge agli occhi attenti del reporter, così come riesce a capire, anche fin da subito, che tipo di persona è Lucifer. Avevamo lasciato il nostro diabolico protagonista mentre lottava con il suo lato violento e nascosto; Lucifer non riusciva più a mostrare il suo vero volto, mentre il settimo episodio della terza stagione mostra già discontinuità con questo fatto: il suo personaggio è sicuro di sé e non combatte con i suoi demoni interiori. Per questo non sconvolge il fatto che Lucifer sia riuscito a mostrarsi per ciò che davvero è e che lo abbia fatto in maniera così plateale.

Identità e colpevolezza, ancora una volta questi due elementi collidono. Come Charlotte, che incolpava se stessa per esser diventata una cattiva persona, Reese accusa Lucifer per la sua misera vita. Di nuovo, la serie brillantemente riporta in scena il concetto di umanità/divinità in un bellissimo dialogo tra Lucifer e Reese: “Voi umani incolpate sempre me, non vi ho mai costretto a far nulla”, “Questo non è vero, ci hai ingannati nel peccato”, “Non spetta a me decidere chi va all’Inferno, ma a voi, che peccate ancora e ancora”. La morale si rivelerà veritiera in seguito: nel tentativo di cercare il perdono di Linda, verrà rifiutato violentemente e finirà nella trappola del serial killer che aveva assoldato per uccidere Lucifer. Reese concluderà il suo viaggio di vendetta morendo, in un certo senso, da eroe, ma per lui si apriranno le porte dell’Inferno.

Lucifer 3×07, seppur alienato dal resto della terza stagione, regala un episodio a se stante davvero peculiare e sorprendente. La serie torna la prossima settimana su Fox con l’episodio 3×08:

30
CONDIVISIONI

Lascia un commento: