Lucrezia Lante della Rovere ne La Strada di Casa, la storia di Gloria dalla sottomissione all’emancipazione (video)

L'attrice romana Lucrezia Lante della Rovere ne La Strada di Casa interpreta Gloria, moglie di Fausto che si rifà una vita durante il suo coma

92
CONDIVISIONI

Col suo personaggio Lucrezia Lante Della Rovere ne La Strada di Casa vive una doppia vita, in cui a fare da spartiacque tra il prima e il dopo è l’incidente occorso al marito, il protagonista Fausto Morra interpretato da Alessio Boni.

CAST E PERSONAGGI DE LA STRADA DI CASA, DAL 14 NOVEMBRE SU RAI1

Nella nuova serie tv di Rai1 in sei puntate in onda dal 14 novembre, prodotta da Rai Fiction e la Casanova Multimedia di Luca Barbareschi, l’attrice romana interpreta Gloria, moglie fedele e devota di Fausto di cui subisce il carisma e l’autorità (ignara dei tradimenti del marito) e madre premurosa dei loro tre figli.

Dopo aver dedicato la sua vita alla famiglia, l’incidente di Fausto apre per lei nuovi scenari: durante i cinque anni di coma di suo marito, Gloria trova il modo di emanciparsi dalla sola condizione di moglie e madre, si laurea, gestisce col suo primogenito l’azienda agroalimentare di famiglia trasformandone completamente il core business e soprattutto si innamora di nuovo, del migliore amico di suo marito e loro testimone di nozze, Michele (Thomas Trabacchi).

Il percorso di Gloria non sarà facile da spiegare a Fausto quando quest’ultimo, uscito dal coma, scoprirà che la sua famiglia è andata avanti: ora Michele è a tutti gli effetti una persona di casa e ha cresciuto il piccolo Martino (Andrea Lo Bello), nato dall’ultima notte d’amore tra Fausto e Gloria. E soprattutto Gloria non è la stessa donna che ha lasciato prima dell’incidente.

Lucrezia Lante della Rovere, in sede di conferenza stampa di presentazione della serie diretta da Riccardo Donna, ha descritto così il suo personaggio.

All’inizio ho un po’ sofferto per questa Gloria, che soccombeva e accettava i tradimenti di questo marito: era dedicata esclusivamente ai figli, rinunciando anche ad una sua emancipazione. Invece è un bellissimo ruolo, una donna che ha le sue opportunità nella vita: in modo molto pacato, femminile, nella gestione di tutti questi non detti, cambia la sua vita anche concedendosi il rischio di innamorarsi di un altro uomo. Una situazione un po’ scomoda, ho penato per lei, perché quando il marito ritorna è in una situazione complicata da gestire: da attrice raccontare un personaggio che ha dei contrasti così forti è molto affascinante.

92
CONDIVISIONI

Lascia un commento: