Max Pezzali presenta Le canzoni alla radio: 25 anni di successi immortali, nuovi inediti e i progetti con Nek e Renga (intervista)

Max Pezzali presenta il nuovo album, Le canzoni alla radio, un album che custodisce le hit dei suoi 25 anni di carriera ma che contiene anche nuovi inediti. Dal 17 novembre sarà disponibile in tutti i negozi.

44
CONDIVISIONI

Max Pezzali presenta Le canzoni alla radio, disponibile dal 17 novembre per Warner Music. Il progetto discografico prende il titolo dal singolo con Nile Rodgers e unisce nuovi inediti alle hit più cantante della sua carriera per 2 CD con 7 brani mai rilasciati, il remix 2017 di Tutto ciò che ho e 30 grandi successi in Fm dagli 883 a oggi.

Max Pezzali sarà in tour con Francesco Renga e Nek dal prossimo 20 gennaio ed è in rotazione radiofonica il primo singolo del trio, Duri da battere. Nel videoclip ufficiale, per la regia dei Manetti Bros, i tre vestono i panni di supereroi, pronti a superare i peggiori ostacoli per ritrovarsi e cantare insieme.

Max Pezzali è come Indiana Jones, Nek è un superbiker spericolato e imbattibile come l’agente Ethan Hunt di Mission impossible e Francesco Renga è un agente segreto come il mitico James Bond, elegante e fascinoso.

OM – OptiMagazine ha incontrato Max Pezzali a ridosso della pubblicazione dell’album Le canzoni alla radio, un progetto che unisce sapientemente il presente al passato, con uno sguardo al futuro e ai progetti con i “Duri da battere”. Il doppio CD comprende 7 inediti ma ripercorre anche i 25 anni di carriera di uno dei cantautori più seguiti ed apprezzati di sempre che è riuscito a rendere immortali molti dei suoi brani.

“Entrare nel vissuto collettivo è la cosa più gratificante che possa esistere”, dichiara Max Pezzali. Lo scopo di ogni artista è quello di riuscire ad arrivare alle persone, traducendo le proprie emozioni in modo che siano comprensibili. Aver raggiunto un vasto pubblico sicuramente è gratificante ma obbliga anche ad un senso di responsabilità forte: bisogna provare a non deludere le aspettative delle persone cercando di essere il più onesti possibile. La chiave è lì. Bisogna guardare al futuro tenendo conto del proprio passato e traendone insegnamenti, inoltre si deve sempre essere onesti con se stessi e col pubblico.

Qual è il segreto per durare nel tempo? “La chiave è cercare di mettere qualcosa che possa superare la coltre d’attualità della canzone. La difficoltà per una canzone è superare la stretta attualità”. 

Ma ripensando ad una canzone Gli anni, in cui canta “Gli anni d’oro del grande Real”, aggiunge: “Probabilmente non è neanche quello. Una canzone deve avere la capacità di rievocare emozioni al di là degli oggetti che usa per raccontarle”.

Il tour con i “Duri da battere” di prossimo avvio è per Max Pezzali un nuovo stimolo. La collaborazione nasce dalla convinzione che ad un certo punto nella propria carriera si debba tentare qualcosa di nuovo. Le sue canzoni, come quelle di Nek e Renga, vivranno in una forma diversa, verso l’elaborazione di un valore aggiunto con l’obiettivo di dare qualcosa in più ai fan.

Esibirsi dinanzi al pubblico degli altri, però, è anche sfida: bisogna convincere non solo i propri seguaci ma anche quelli di altri due artisti, molto diversi da sé.

Dal titolo Le canzoni alla radio è impossibile non chiedersi quale sia il rapporto di Max Pezzali con la radio.

“Come tutti gli utenti di musica ho cambiato le abitudini di fruizione della musica, anche io utilizzo lo streaming, Spotify, Apple Music. Oggi è tutto molto diverso, hai a disposizione tutto quello che ti può interessare a portata di mano, te lo senti anche in macchina. Hai un rapporto più attivo con quello che vai a sentire, puoi seguire playlist anziché artisti. La radio è sempre stata il mio principale veicolo di intrattenimento musicale, la vetrina dove apparivano le canzoni che andavo a comprare, oggi non è più così”.

Oggi la radio non è più l’unico soggetto in grado di veicolare musica “però per me mantiene ancora il fascino del “lo stanno mettendo loro, non lo sto mettendo io”, contemporaneamente lo stanno sentendo milioni di persone”. Per questo motivo, ascoltarsi in radio, ancora oggi è un brivido, un’emozione impossibile da raccontare.

Non è cambiato solo il modo di ascoltare musica ma anche il pubblico. 

“Il pubblico è più vorace e compulsivo di prima, si stufa rapidamente, ha una learning curve rapida, deve succedere qualcosa entro pochi secondi altrimenti… non c’è tempo”. In definitiva, è “cambiato il modo di consumare ma il processo di produzione è lo stesso di prima”.

Le canzoni di Max Pezzali risultano essere sempre attuali, non stancano neanche dopo 25 anni di ascolti. Ripensando alle sue storiche hit, che ancora oggi ripropone dal vivo, Max Pezzali spiega: “Non canto più quella cosa come quando mi è successa ma l’emozione che mi da il ricordare quella cosa, canto un po’ la memoria”.

La sua carriera potrebbe essere suddivisa in tre tempi, quello trascorso con gli 883, quello da solista, e un attuale terzo tempo.

Max Pezzali concorda e aggiunge:

“Ci sono delle fasi della vita: la fase dell’entusiasmo incosciente; la fase in cui ti sei consolidato, cerchi di migliorarti professionalmente; la terza fase in puoi pensare a divertirti facendo quello che ti piace, cercando di divertire gli altri. Ho capito che superato un certo limite, una certa età, fai solo quello che ti piace e te la godi di più”.

Ripensando a questi 25 anni qual è il momento per te più significativo?

“Salire sul palco, il momento esatto in cui si comincia a cantare la prima canzone, una botta emotiva che ancora oggi non riesco a gestire. I primi 30 secondi sono assolutamente casuali, devi prendere ancora confidenza con il palco. È una vertigine che rende questo lavoro straordinario.

C’è una cosa che ti piacerebbe fare e che non hai ancora fatto?

“Ormai mi sono abituato a sognare giorno per giorno, cambia tutto così rapidamente… sarebbe bello fare un album dichiaratamente triste e subito dopo uno dichiaratamente allegro, in modo da non dover gestire un equilibrio di emozioni facendo due progetti diversi. Ma chissà se tra qualche anno esisterà ancora il concetto di album!”

Smentendo ogni voce su un possibile Festival di Sanremo, in gara tra i campioni, Max Pezzali replica che non c’è tempo per preparare canzoni nuove da inserire, eventualmente, in un disco di inediti (“Sarà già una fortuna arrivare al 20 gennaio con tutto pronto per il tour”). Sicuramente a Sanremo non saranno in gara ma “Se ci invitano non gli diciamo di no”.

INSTORE TOUR

17/11 ROMA – Discoteca Laziale h. 18.00
18/11 FIRENZE – Galleria Del Disco h.17.00
19/11TORINO – Feltrinelli Stazione Porta Nuova h. 14.30
20/11 MARGHERA cc Nave de Vero h. 18.30
21/11 PARMA Mediaworld cc Eurotorri h.18.00
22/11 NAPOLI Feltrinelli Stazione h. 17.00
23/11 MILANO – Mondadori Duomo ore 19.00

CD1
1. LE CANZONI ALLA RADIO (Radio edit)
2. DURI DA BATTERE (Radio edit)
3. UN’ESTATE CI SALVERÀ
4. LA VITA CON TE
5. IL RECORD
6. IL SECOLO GIOVANE
7. VOLUME A 11
8. TUTTO CIÒ CHE HO (New Remix)
9. L’UNIVERSO TRANNE NOI
10. SEI FANTASTICA (Radio edit)
11. SEMPRE NOI (feat. J-Ax)
12. QUELLO CHE COMUNEMENTE NOI CHIAMIAMO AMORE (Radio edit)
13. RITORNERÒ
14. SEI UN MITO (Radio edit)
15. HANNO UCCISO L’UOMO RAGNO
16. GLI ANNI
17. NESSUN RIMPIANTO
18. TIENI IL TEMPO (Radio edit)
19. CREDI

CD 2

1. IO CI SARÒ (Radio edit)
2. ECCOTI (La storia più incredibile che conosco)
3. LA DURA LEGGE DEL GOL
4. LA REGOLA DELL’AMICO
5. NORD SUD OVEST EST
6. COME MAI
7. UNA CANZONE D’AMORE
8. DUE ANIME (Radio edit)
9. IL MIO SECONDO TEMPO
10. ROTTA X CASA DI DIO
11. LA REGINA DEL CELEBRITA’ (Radio edit)
12. FINALMENTE TU
13. BELLA VERA
14. LO STRANO PERCORSO
15. WEEKEND
16. CON UN DECA
17. NELLA NOTTE Molella Remix (Radio edit)
18. I COWBOY NON MOLLANO

44
CONDIVISIONI

Lascia un commento: