Uscita Google Assistant in italiano ad ore (15 novembre): link app ricerca aggiornata, smartphone compatibili

Requisiti software e hardware e necessario download dell'ultima versione dell'app ricerca ufficiale Google sul Play Store.

5
CONDIVISIONI

Il grande giorno di Google Assistant in italiano è quasi arrivato. Dalla mezzanotte di oggi scoccherà il 15 novembre, data indicata  da tempo come quella definitiva per l’avvio del servizio di assistenza artificiale per tutti i dispositivi Android compatibili nella nostra lingua. Cosa fare per toccare immediatamente con mano la tanto attesa novità? Quali i dispositivi compatibili e pure i requisiti minimi di sistema richiesti per utilizzare l’alter ego di Siri?

Dopo aver specificato cosa è possibile fare con Google Assistant e la lista dei comandi per interfacciarsi con l’assistente, necessario pure tornare alle basi, chiarendo una volta e per tutte come sarà possibile usufruire della funzione. Basterà semplicemente esercitare una pressione prolungata del tasto Home del proprio smartphone Android o in alternativa, richiamare il nostro collaboratore virtuale con la parola d’ordine «Ok Google» e ancora optare per l’icona del microfono nella barra di ricerca Google. Se anche  una volta che saremo entrati ufficialmente nel giorno mercoledì 15 novembre, Google Assistant dovesse non funzionare in italiano, meglio sincerarsi di avere a bordo del proprio telefono l’ultimissima versione dell’app Ricerca di Mountain View, presente sul Play Store e datata solo ieri 13 novembre.

Quali sono i dispositivi Android che potranno senza alcun dubbio beneficiare di Google Assistant? Tutti quelli con a bordo il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow e release successive e altro prerequisito tecnico fondamentale sarà la presenza sul device di una RAM minima pari a 1.5 GB. Questi requisiti minimi consentiranno ad una fetta molto ampia di utenti di testare il servuzio senza alcuno sforzo.

Prima di concludere, meglio chiarire ancora che il processo di attivazione sarà effettuato dai server Google gradatamente, dunque dopo aver soddisfatto le condizioni su riportate, l’utente non potrà far nulla se non attendere la disponibilità di Google Assistant sul suo device in italiano.  Se tutto filerà liscio a conclusione della giornata di domani, numerosissimi utenti Android potranno formulare le loro domande all’assistente vocale e colmare il gap che da sempre li ha tenuti lontani dai colleghi con iPhone con a disposizione Siri.

5
CONDIVISIONI

Commenti (1):

Lascia un commento: