Duro attacco di Rocco Hunt a Francesco Gabbani nel nuovo singolo Invece no: video e testo

L'attacco di Rocco Hunt a Francesco Gabbani arriva con la pubblicazione del singolo Invece no: ecco il video e testo della nuova canzone.

128
CONDIVISIONI

L’attacco di Rocco Hunt a Francesco Gabbani arriva tra le righe di Invece no, suo nuovo brano online a partire dal 21 di novembre. Nella canzone, il rapper partenopeo non si è risparmiato con i giudizi, tanto da azzardare un Vedo il futuro e tu non ci sei più.

Questi i versi incriminati nei quali compare l’attacco del rapper rivolto al cantautore di Carrara, che di recente ha pubblicato la nuova versione di Magellano in edizione speciale: La mia scimmia sulla spalla fa spavento a Gabbani/Il mio karma non è occidentale, muori domani/Déjà vu, penso più alle case che alle views/Vedo il futuro e tu non ci sei più/Ho sempre il modo di pisciarvi in testa/Dall’underground fino alla tua festa.

Le parole alludono al carattere effimero del successo di Francesco Gabbani, arrivato come un ciclone dopo la partecipazione al Festival di Sanremo e la relativa vittoria con Occidentali’s Karma. Il suo successo al Festival di Sanremo è stato addirittura doppio, trionfando nella Sezione Giovani con il tormentone Amen.

L’attacco di Rocco Hunt appare del tutto infondato, soprattutto per tutta la gavetta con la quale si è presentato sul palco del Festival di Sanremo. Vi lasciamo con il testo integrale di Invece no, nel quale non mancano attacchi anche Selvaggia Lucarelli. Di seguito, anche il video del brano.

TESTO di Invece no di Rocco Hunt

Tu chi cazzo sei? tu che cazzo vuoi?
Tu che cazzo hai fatto? fatti i cazzi tuoi
Siamo belli e buoni, varie professioni
Ti regalano le buste tipo i matrimoni
Io la notte non c’ho pace se penso a ‘sti money
Penso a come fanno i senza testimoni
Fotto ‘sti borghesi mentre sto in vacanza
Con la puzza sotto al naso, con la puzza in stanza

La mia vita in mano come Califano
Io non piango manco se scoppia una guerra
Ma poi piango quando casco nello sguardo
Della figlia di un amico morto in cella
Rh, rh dei tatuaggi fatti pure in faccia
Su un sh 150 senza targa, impenno sulla traccia
Vinco l’oscar come Tarantino, mangio cozze come un tarantino
Prendo curve sembro Valentino, su sto mezzo senza patentino
Questi infami fanno nino-nino

E i miei amici dentro il camioncino, pensavi che fossi finito
Che sarei cambiato, che t’avrei tradito
E invece no, credevi che fosse sincera la tipa nel letto
E invece no, e avresti venduto agli infami una lama nel petto
E invece mo, non guardo più a quello che spendo
Ho un figlio stupendo, tu invece no
Cammino con la testa in alto per quello che ho fatto

Mi fido solo di un sorso di Ipa
L’esatto contrario di ciò che dicono i miei
Mi sento un po’ nervoso quindi grazie no caffè
Le piscine nei quartieri coi bambini come a Saint-Tropez
Tu che mi fai la guerra come la Lucarelli
Su sesso, droga e pastorizia che legge i commenti
Sei come un gol al novantesimo fatto in un derby
Ti aspetterò lì sugli spalti se vinci o se perdi
No, non mantenermi le ali
Ora che davvero volo in cielo assieme gabbiani
La mia scimmia sulla spalla fa spavento a Gabbani

Il mio karma non è occidentale, muori domani
Déjà vu, penso più alle case che alle views
Vedo il futuro e tu non ci sei più
Ho sempre il modo di pisciarvi in testa
Dall’underground fino alla tua festa
Vinco l’oscar come Tarantino, mangio cozze come un tarantino
Prendo curve sembro Valentino, su sto mezzo senza patentino

Questi infami fanno nino-nino
E i miei amici dentro il camioncino, pensavi che fossi finito
Che sarei cambiato, che t’avrei tradito
E invece no, credevi che fosse sincera la tipa nel letto
E invece no, e avresti venduto agli infami una lama nel petto
E invece mo, non guardo più a quello che spendo
Ho un figlio stupendo, tu invece no
Cammino con la testa in alto per quello che ho fatto

128
CONDIVISIONI

Lascia un commento: