Video di Luca Zingaretti a Music, il Commissario Montalbano canta Renato Zero e duetta con Gianni Morandi

Dal duetto con Morandi alla passione per Zero ecco Luca Zingaretti a Music, ospite della prima puntata

Tra tanti ospiti musicali di Bonolis c’è stato spazio anche per il volto del Commissario Montalbano: Luca Zingaretti a Music ha raccontato al conduttore il suo rapporto con la musica e svelato qualche curiosità sulla sua gioventù.

La prima puntata della seconda edizione dello show musicale, in onda in prima serata il 6 dicembre, ha visto ospiti anche Levante, Luis Fonsi, Marylin Manson (con inevitabile strascico di polemiche) e Riccardo Cocciante.

Ospite del programma di Paolo Bonolis tornato in onda per tre puntate il mercoledì su Canale5, Zingaretti è entrato in scena sulle note di Occhi di Ragazza, cantata da Gianni Morandi, altro ospite della prima serata di Music. L’attore si è poi unito in duetto al cantante: “Era una vita che desideravo cantarla ma non avrei mai immaginato di riuscire a farla insieme a te” ha dichiarato l’interprete romano.

Poi l’intervista con Bonolis. Zingaretti ha ricordato che tra i suoi insegnanti all’Accademia d’Arte Drammatica c’era Andrea Camilleri, che avrebbe ritrovato anni dopo come autore delle avventure di quel Commissario Montalbano cui l’attore presta il volto: “Allora non aveva scritto nulla nella sua carriera ma era già un grande affabulatore, sapeva far diventare grande il quotidiano“. La giovinezza in periferia alla Magliana, invece, “è stata una grande palestra: doverti misurare con gli altri e imparare a saperti muovere, una palestra di vita che mi ritrovo oggi in tutto quello che faccio. Al liceo? Sono fiero di essere appartenuto all’ultima generazione di persone che sognavano di cambiare il mondo, ma oggi abbiamo perso 4 a 0“.

Non è mancato un ricordo del magistrato antimafia Paolo Borsellino, che l’attore ha avuto modo di impersonare per una fiction Rai.

Siamo tutti abituati a vederlo in foto accigliato e appesantito dalle preoccupazioni di responsabilità importanti, ma non era serioso, era serio ma amava la vira, il mare, gli amici e la famiglia: essere eroe non significa non avere paura ma vincerla, questo ti fa eroe, lui non ha mai fatto passi indietro nonostante sapesse a cosa andava incontro.

Infine, ha consegnato a Music come canzone della sua vita I migliori anni della nostra vita di Renato Zero.

Lascia un commento: