Il gesto di Eros Ramazzotti per la SLA: inserita una nuova parola nella “banca della voce”

Il gesto di Eros Ramazzotti per la SLA, con una parola per la preziosa banca che aiuta i malati a comunicare: ecco quale ha scelto.

95
CONDIVISIONI

Arriva il gesto di Eros Ramazzotti per la SLA. L’artista ha infatti deciso di prendere parte al progetto Nemo, donando una parola da inserire nella preziosa banca che i pazienti utilizzano per comunicare giornalmente e per cercare di avere una qualità della vita dignitosa nonostante la loro condizione di difficoltà.

La parola che Eros Ramazzotti ha scelto e da inserire nella banca è Bellissimo. L’artista ha quindi deciso di partecipare al progetto #unaparolapernemo, con la quale ha inteso dare il suo contributo alla causa, molto importante soprattutto per il numero crescente di persone colpite da questa malattia.

L’iniziativa è aperta a tutti ed è molto semplice parteciparvi. Sarà infatti sufficiente scaricare l’applicazione dedicata NeMO-MY VOICE al costo di 2,30 €. Il costo di acquisto dell’applicazione andrà completammente devoluto in beneficenza, al Centro Clinico NeMO, struttura specializzata nel trattamento della Sclerosi Laterale Amiotrofica e di tutte le malattie neuromuscolari.

Tutte le parole registrate da chi ha deciso di prendere parte all’iniziativa saranno utilizzate dai malati nei loro riproduttori vocali, utilizzati ogni giorno per avere la possibilità di comunicare. Eros Ramazzotti non è stato l’unico a partecipare all’iniziativa, ma a lui si sono uniti anche Enzo Iacchetti e Gianluigi Buffon.

La banca della parola ha quindi un nuovo termine che si potrà utilizzare per la voce fredda dei riproduttori utilizzati, ma Eros Ramazzotti ha scelto qualcosa di molto speciale per stare vicino a chi soffre ogni giorno. La parola bellissimo sembra quindi ridare speranza in un’esistenza diventata troppo difficile per la malattia, anche se con l’aiuto di tutti si può pensare di fare un piccolo passo in più verso l’abbattimento di alcune difficoltà materiali incontrate da chi affronta degli ostacoli quotidianamente.

NeMo My Voice

Dona #unaparolapernemo.
Scarica l’app Nemo My Voice – Centro Clinico Nemo e registra la tua parola.
Insieme, ridaremo una voce a chi non ce l’ha più.

App Store – http://ow.ly/vdtc30gNHtR
Google Play – http://ow.ly/6Kez30gNx8Y

Pubblicato da Eros Ramazzotti su Mercoledì 29 novembre 2017

Qui di seguito, il video dell’iniziativa alla quale possono partecipare tutti, anche i non famosi che vogliano fare qualcosa per i malati di SLA.

95
CONDIVISIONI

Lascia un commento: