Al via La Linea Verticale su Rai3, anticipazioni prime puntate del 13 e 20 gennaio: la malattia tra comicità e riflessione

Dopo il debutto su Raiplay parte la programmazione de La Linea Verticale su Rai3, ecco le anticipazioni delle prime puntate in onda sabato 13 e 20 gennaio

12
CONDIVISIONI

Dopo il debutto su Raiplay, arriva anche in tv La Linea Verticale su Rai3, da sabato 13 gennaio in prima serata. La serie di otto episodi diretta da Mattia Torre e ispirata al suo omonimo libro nasce da un’esperienza ospedaliera autobiografica, spunto per il racconto di uno spaccato d’Italia sulla carta poco attraente (un reparto oncologico di un ospedale pubblico d’eccellenza) eppure capace di stimolare comicità e riflessione.

LA LINEA VERTICALE: LA PRESENTAZIONE IN CONFERENZA STAMPA

Un modo di raccontare la malattia con uno sguardo originale, realistico e leggero, quello dello sceneggiatore di Boris, in cui la condizione dei personaggi fa emergere inevitabilmente una dose di solidarietà e comicità.

LA LINEA VERTICALE: CAST E PERSONAGGI

La scelta di Mattia Torre è nata dall’esperienza personale di un tumore operato presso un ospedale pubblico romano, rivelatosi un micro-universo che si prestava ad essere scritto e raccontato in forma visiva, ovviamente con un taglio molto personale racchiuso nella voce narrante affidata al protagonista Valerio Mastandrea (alter ego del regista nella serie nei panni di Luigi).

Il titolo si riferisce all’idea di “rimanere in piedi, aggrapparsi alla vita e interpretare la malattia come crisi ma anche come opportunità di crescita e riscatto“. Torre ha voluto realizzare un racconto positivo sulla sanità che funziona, l’incontro con medici illustri ma “umani” e una realtà sociale diversa da come è tradizionalmente immaginata dall’esterno, che pur con tutte le sue difficoltà resta una risorsa enorme.

Co-produzione Rai Fiction Wildside, realizzata presso la direzione produzione tv di Napoli, La Linea Verticale sperimenta un formato assolutamente inedito per questo genere di racconto, quello tradizionalmente riservato alle comedy da 25 minuti.

Pensato come un prodotto mediale e non solo televisivo, La Linea Verticale ha già debuttato in streaming sul portale Raiplay ed è in onda dal 13 gennaio ogni sabato dalle 21.10 su Rai3 per 4 prime serate.

La linea verticale

Riuscirà Luigi a smettere di ridere e padre Costa a riportare la tranquillità in reparto? 😩
GUARDA ORA tutti gli episodi de #LaLineaVerticale in anteprima esclusiva su RaiPlay 💉 💊 bit.ly/2CKwkCm

Pubblicato da RaiPlay su Giovedì 11 gennaio 2018

Ecco la trama della prima e della seconda puntata in onda il 13 e 20 gennaio, composte da due episodi ciascuna.

Episodio 1

Durante una visita medica, Luigi scopre di avere un tumore al rene sinistro. Un mese dopo, si presenta al reparto d’accoglienza dell’ospedale, accompagnato da sua moglie Elena, incinta. Luigi inizia a familiarizzare con l’insieme di regole e abitudini che popolano l’ospedale, ma soprattutto conosce gli abitanti di questa cosiddetta istituzione “totale”: dalla ferrea caposala (particolarmente appassionata di musica pop italiana) al prete del reparto Riccardo Costa, passando per il cinico urologo Barbieri e soprattutto il compagno di stanza, l’iraniano Amed. Luigi viene subito rassicurato: sarà operato dall’illustrissimo professor Zamagna. L’uomo si appresta a passare in solitudine la sua prima notte in ospedale, quando riceve una visita inaspettata…

Episodio 2

È un nuovo giorno nel reparto dell’ospedale, due infermiere vengono a prendere Luigi per portarlo in sala operatoria. Quando racconta di aver conosciuto il professor Zamagna, Luigi scopre che il chirurgo è appena rientrato da Pechino: si è trattato dunque di un sogno? Dopo l’operazione, al suo risveglio, Luigi fa la conoscenza di Marcello che, con un eloquio tecnico e modi da dottore, gli comunica che l’intervento è riuscito alla perfezione. Ma chi è Marcello? Elena chiede rassicurazioni al dottor Policari sulla buona riuscita dell’intervento di suo marito, ma il medico vuole prendersi altre quarantotto ore per rispondere con sicurezza.

Episodio 3

In corsia fa la sua apparizione la “ragazza del vitto”, ovvero la responsabile della comunicazione della ditta che fornisce il vitto al reparto e che deve proporre un’importante novità: il nuovo menù. Per Amed la ragazza non è reale, si tratta di un demone, di un’allucinazione. Mentre Zamagna e gli altri medici spiegano a Luigi che l’intervento è stato difficile e che lui ha reagito benissimo, il prete del reparto, Riccardo Costa, riceve una drammatica notizia. Luigi parla della visita mattutina di Zamaglia all’infermiera Giusy, che gli dice che è impossibile: il chirurgo è stato tutto il giorno in sala operatoria. Si è trattato
di un altro sogno a occhi aperti?

Episodio 4

Nella stanza di Luigi giunge un nuovo paziente: Peppe, un signore elegante e socievole sulla cinquantina che è già stato ospite della corsia e che saluta tutti calorosamente. Peccato che nessuno si ricordi di lui. Il prete Costa viene vestito e preparato per la sala operatoria e Luigi, invece, si sfoga con la dottoressa Elisa sul fatto che nessuno si sbilanci sulle sue condizioni. Finalmente arriva il professor Zamagna che procede alla visita di Luigi: il chirurgo lo rassicura. Ma si tratta del dottore in carne e ossa o, anche questa volta, di un’allucinazione? A fine giornata, però, le condizioni di Luigi improvvisamente peggiorano…

12
CONDIVISIONI

Lascia un commento: