Fantastici effetti e modifiche per foto Android con la migliore app del momento

Giusto analizzare insieme le specifiche di un'app che sta facendo parlare moltissimo di sé negli ultimi tempi

2
CONDIVISIONI

Importante contributo direttamente dal mondo delle app per chi intende assicurare effetti e modifiche per foto Android. Tutto nasce dalle caratteristiche di Gallery Pro, che da un po’ di tempo a questa parte sta letteralmente spopolando grazie ad alcuni plus davvero interessanti e che oggi 13 febbraio intendo illustrare ai nostri lettori. Cerchiamo dunque di capire insieme cosa potrebbe indurre i possessori di device Samsung, Huawei, Honor ed Asus a dare fiducia a Gallery Pro.

Per quale motivo un utente che si ritrova con un device Android dovrebbe decidere di puntare sull’app in questione Tra le sue principali caratteristiche, abbiamo quella che consente di organizzare foto e video in base determinate variabili, come nel caso di eventi, data e ora, mentre è molto apprezzata dal pubblico la funzione che contempla lo slide show delle foto presenti all’interno della galleria. Come accennato ad inizio articolo, però, la caratteristica principale di Gallery Pro prevede modifiche per Android.

Nello specifico, l’editor che è stato messo al disposizione del pubblico al suo interno consente di ritagliare, capovolgere, ruotare le immagini. In aggiunta abbiamo anche una serie di filtri e la protezione per determinate immagini salvate nella galleria tramite un apposito PIN. Si potrà infine scegliere anche il numero di colonne per la visualizzazione degli  album, oltre ad un set predefinito di animazioni per valorizzare ulteriormente lo slide show.

Vi ricordo che Gallery Pro può essere scaricata facilmente all’interno del Play Store e che nel caso in cui non doveste ritenervi soddisfatti dei suoi servigi sarà sufficiente disinstallarla per tornare alla situazione vissuta finora. Che ve ne pare? Vale la pena testarla qualche giorno, per poi maturare un giudizio definitivo sulle reali specifiche di questa app? Fateci sapere che ne pensate commentando l’articolo.

2
CONDIVISIONI

Lascia un commento: