I quattro migliori smartphone Android per batteria a febbraio 2018

Quali prodotti danno più garanzie in termini di autonomia? Proviamo a fare una selezione di smartphone performanti

11
CONDIVISIONI

Ci sono diverse variabili che possono determinare l’acquisto di un device rispetto ad un altro e determinare quali siano i migliori smartphone Android per batteria, quando siamo al 14 febbraio, per molti utenti potrebbe fare effettivamente la differenza. Proviamo dunque a fermarci un attimo, in attesa delle nuove proposte che arriveranno direttamente dal Mobile World Congress di Barcellona in programma a stretto giro per tutti gli appassionati di questo mondo.

Se da un lato ci sono modelli considerati ancora oggi top di gamma come nel caso del cosiddetto Huawei P9 Plus e che, allo stesso tempo, soffrono di svariati problemi legati all’autonomia stando a quanto riportato su queste pagine non molto tempo fa, allo stesso tempo ce ne sono altri che stanno conquistando tutti in merito ad una questione molto delicata. A tal proposito ritengo molto interessante uno studio pubblicato dai colleghi di Android Pit, con cui vengono menzionati i quattro modelli che al momento sembrano essere in grado di dare maggiori garanzie in merito.

Tra i prodotti in grado di distinguersi in questo particolare contesto troviamo il cosiddetto HTC U11+, che grazie alla sua batteria da 3930 mAh nel test è riuscito ad ottenere addirittura 10 ore e 7 minuti di autonomia, senza dimenticare il cosiddetto Razer Phone, con 10 ore e 43 minuti ed il Sony Xperia XA2, con ben 10 ore e 52 minuti. Non poteva mancare la rappresentanza di Samsung in questa rassegna, anche se la voce grossa la fa un modello di fascia non elevatissima come il Samsung Galaxy J5 2017, con 9 ore e 9 minuti.

Che ne pensate di questo ranking coi migliori smartphone Android per batteria? Lo ritenete corretto o a vostro avviso andrebbe aggiunto qualche altro modello al momento non incluso? Diteci pure la vostra commentando il nostro articolo di oggi.

11
CONDIVISIONI

Lascia un commento: