Tocca ancora ai Samsung Galaxy Note 8: aggiornamento XXU3BRA8 da 560 MB

Un altro aggiornamento in corso per i Samsung Galaxy Note 8 no brand Italia: qualche particolare sul firmware XXU3BRA8

2
CONDIVISIONI

Resta un mistero la gestione del flusso di aggiornamento relativa al Samsung Galaxy Note 8, che in Italia, a ridosso dei modello no brand, è stata da poco raggiunto da una nuova serie firmware, corrispondente alla sigla N950FXXU3BRA8, sempre basata su Android 7.1.1 Nougat e con patch di sicurezza del mese di gennaio.

Non c’è stata l’introduzione di Oreo, né tanto meno l’integrazione delle ultime correzioni di febbraio, come invece sembrava avesse lasciato intendere il changelog (in cui si fa riferimento ad un miglioramento della sicurezza del dispositivo corrente).

Il pacchetto ha un peso di 562 MB, ma di modifiche vere e proprie nemmeno l’ombra. A differenza dell’ultima volta (firmware N950FXXU3BRA2 con date build dello scorso 8 gennaio), anche la parte MODEM ed il CSC non hanno subito cambiamenti, così come il software della fotocamera sembra essere rimasto lo stesso (potete verificare la versione in uso digitando dal tastierino numero il codice ‘*#34971539#’).

Fatte tutte le precisazioni del caso, ci farebbe davvero molto piacere sapere (immagino anche a voi) cosa il produttore abbia introdotto con quest’ultimo aggiornamento, contraddistinto anche da un peso non indifferente (più di mezzo GB ad essere precisi), e che, se interessati, fareste meglio a scaricare solo nel momento in cui siete sicuri di potervi agganciare ad una rete Wi-Fi stabile e di vostra fiducia. A partire da oggi 14 febbraio, avete la possibilità di effettuare l’aggiornamento N950FXXU3BRA8 anche interfacciando il Samsung Galaxy Note 8 a Smart Switch, tramite il collegamento del device al PC.

Per Oreo, neanche a dirlo, ci sarà ancora da aspettare, visto quanto successo in questi stessi minuti a Samsung Galaxy S8 e S8 Plus, per cui il roll-out è stato interrotto in tutti i mercati di destinazione (non ne si conoscono ancora i chiari motivi, ma a quanto pare gli sviluppatori avrebbero concentrato le proprie forze sull’implementazione di una nuova versione, che possa risolvere le anomalie fin qui riscontrate).

2
CONDIVISIONI

Lascia un commento: