A tutta Huawei P10 Lite: 10 cose uniche che non conoscete di questo telefono

Ben 10 cose che potreste non conoscere su Huawei P10 Lite, un fascia media unico nel suo genere

5
CONDIVISIONI

Faremmo tutti bene a non sottovalutare il fascia media Huawei P10 Lite: solo chi ne possiede uno può capire di cosa stiamo parlando (e forse nemmeno). Si tratta di un telefono molto ben realizzato ed equipaggiato, che forse il produttore cinese avrebbe fatto meglio a pubblicizzare di più.

Sulla scia dell’entusiasmo generata dal P9 Lite, diverse sono state le adesioni anche per questo successivo modello, di cui alcune particolarità ancora si conoscono poco. Siete indecisi sull’acquisto e vorreste saperne di più? Siete capitati nel posto giusto.

A seguire vi elencheremo le 10 cose che probabilmente non conoscete sul conto di Huawei P10 Lite, a partire da una colorazione in particolare, la ‘Sapphire Blue‘, che richiama le onde increspate della Senna, e molto anche del design di Honor 8, che ottenne diversi consensi a quel tempo. Se possibile, date voi stessi uno sguardo all’esemplare in questione, in grado di riflettere la luce con schermi del tutto casuali, e sempre diversi. Un vero spettacolo per gli occhi, potete crederci.

Non pensate che la fotocamera di questo dispositivo sia paragonabile ad uno di quei modelli classici da 13 MP che solitamente trovate a bordo dei device middle-range (1.12 µm). Il suo sensore ha certamente qualcosa in più, grazie alle dimensioni dei pixel, da 1,25 μm, per questo in grado di catturare il 20% di luce in più (di tutto rispetto anche il comparto software associato, che tra le varie opzioni vanta l’ottima funzionalità ‘Splash‘, per foto davvero incredibili) In aggiunta, il produttore ha introdotto anche un sistema di stabilizzazione intelligente ed un algoritmo ‘1-out-of-4 frames’ per una migliore ottimizzazione dell’immagine (questo significa che ad ogni foto salvata il sistema seleziona e salva i quattro fotogrammi migliori).

Allo stesso modo, la fotocamera anteriore vanta una modalità verticale, che permette agli utenti di avvalersi dell’effetto bokeh, cosa su cui non tutti i dispositivi di fascia media possono contare. Attenzione anche alla ‘modalità bellezza‘, che offre ben 10 livelli di applicazione suggerite da alcuni truccatori di fama internazionale.

Ideale per il riposo dei vostri occhi, la modalità ‘Lettura notturna‘ e ‘Eye Comfort Mode 2.0‘: quest’ultima procederà alla regolazione automatica della temperatura del colore dello schermo, per una sensibile riduzione del senso di affaticamento della vista.

Ottima anche l’opzione di ricarica rapida di Huawei P10 Lite, che consente di raggiungere il 43% in appena 30 minuti (vi basterà tenerlo 10 minuti in corrente per una riproduzione video di 2 ore).

Forse non sapevate neanche che Huawei P10 Lite è l’unico dispositivo di fascia media votato all’AI, grazie all’EMUI 5.1, che si occupa di monitorare il comportamento di utilizzo che ciascun utente fa del proprio telefono, ottimizzando la memoria a seconda delle applicazioni di cui si usufruisce nel quotidiano, il tutto in combinazione col processore Kirin 658 a 16nm, che abbatte gli sprechi energetici e consente di lavorare senza intoppi.

L’ottimo Huawei P10 Lite supporta anche la tecnologia VoLTE HD, per effettuare chiamate VoIP di grande qualità.

Decisamente interessante anche la funzionalità ‘Knock knock‘, che, introdotta per la prima volta a bordo del Mate 8, consente di avvalersi di una serie di scorciatoie per portare a termine alcuni compiti (disegnare lettere o forme per lanciare determinate applicazioni, catturare uno screenshot esteso o far partire una registrazione del display con un doppio colpo).

Mai sentito parlare di ‘App Twin’? Bene, sappiate che potrete utilizzare due diversi account WhatsApp o Facebook contemporaneamente.

Infine, Huawei P10 Lite supporta l’USB OTG, in modo da poter effettuare rapidamente il backup dei vostri dati collegando al dispositivo una comune chiavetta di archiviazione USB (lo stesso vale per il trasferimento di file).

5
CONDIVISIONI

Commenti (3):

Tiziana

In effetti la differenza della fotocamera è notevole infatti le mie foto ora si che sono il top! Knock knock? Dov’è?

Matteo

La fotocamera?? Ma se fa cagare 🤐 troppo compresse, sembrano dipinti a olio anche con condizioni ottimali…

Lascia un commento: