Già una data di uscita per iOS 12: WWDC 2018 a partire dal 4 giugno, cosa vedremo

Appuntamento fissato da Apple nella consueta cornice temporale, cosa vedremo oltre il sistema operativo

2
CONDIVISIONI

Abbiamo già una data di uscita o meglio di presentazione di iOS 12, grazie alla mossa di Apple che ha appena reso noti i giorni in cui si svolgerà il WWDC 2018, ossia la tradizionale conferenza dedicata al mondo degli sviluppatori iOS e non solo. Per quest’anno il tutto avrà luogo presso il McEnery  Convention Center a San Jose, in California, dal 4 all’8 giugno.

Il periodo di inizio giugno per la conferenza è ormai quello tradizionale da anni individuato da Apple per incontrare e mettere al lavoro i suoi sviluppatori. Anche per questo motivo, seguendo uno schema oramai consolidato, possiamo dire senza ombra di dubbio che ci sarà posto proprio come nello stesso evento di primavera 2017 e a ritroso in quelli degli anni precedenti, per la presentazione del nuovo sistema operativo mobile iOS 12 che si preannuncia come una nuova svolta a portata di mano per tutti gli iPhone e iPad compatibili (per quando riguarda i melafonini, probabilmente il firmware nuovo di zecca sarà garantito oramai solo da iPhone 6 in poi).

Il prossimo 4 giugno, come al solito, l’uscita di iOS 12 si concretizzerà solo per gli sviluppatori che ne otterranno una prima beta da testare sulle loro applicazioni e in generale sui dispositivi (i biglietti di ingresso saranno estratti a sorte tra i richiedenti per un costo singolo di 1600 dollari). Per il lancio pubblico per tutti gli utenti, ci sarà invece da aspettare molto di più, di certo settembre se non in concomitanza con il lancio dei nuovi iPhone, magari qualche settimana più tardi, al massimo per i primi di ottobre.

Dalla WWDC 2018 di fine giugno c’è da aspettarsi solo iOS 12? Nel corso dello stesso evento 2017, Tim Cook presentò al mondo due nuovi iPad e proprio per la linea tablet potrebbero esserci delle novità anche in questa primavera. Grande attesa poi è riservata al remake di iPhone SE che dovrebbe mantenere dimensioni contenute con display sotto i 5 pollici ma beneficiare (rispetto al modello originale) dell’ultimo chip Apple, magari di una fotocamera a doppio sensore e di un touch ID più veloce. Aspetteremo con ansia queste e altre novità.

2
CONDIVISIONI

Lascia un commento: