La mafia uccide solo d’estate 2, “l’antimafia per giovani” va verso la 3ª stagione: video di Pif in conferenza stampa

Arriva su Rai1 La mafia uccide solo d'estate 2, la serie nata dal soggetto di Pif che racconta la storia dei Giammarresi: Rai Fiction guarda già al terzo capitolo

83
CONDIVISIONI

Dal 26 aprile debutta in prima serata su Rai1 La Mafia uccide solo d’estate 2, il secondo capitolo della storia esemplare della famiglia Giammarresi nella Palermo insanguinata dalla più atroce guerra di mafia del nostro Paese e dai delitti eccellenti dei Corleonesi, tra cui quello del Presidente della Regione Piersanti Mattarella.

La serie per la regia di Luca Ribuoli, nata da un’idea di Pierfrancesco Diliberto (Pif) che così ha intitolato anche il suo ultimo film, riparte dal punto esatto in cui si era concluso il primo capitolo, ovvero con la decisione del protagonista Lorenzo, dopo aver reso una testimonianza decisiva sull’omicidio di Boris Giuliano, di non abbandonare la Sicilia per non darla vinta ad assassini che hanno bagnato di sangue innocente la loro terra: siamo nel 1979, i Giammarresi non cedono all’omertà e tornano a casa nel tentativo di vivere una vita normale, che si rivelerà però complicatissimo in anni in cui la mafia alza il tiro e uccide tutti i rappresentanti delle istituzioni che le dichiarano guerra.

Confermati nel cast Claudio Gioè, Anna Foglietta, Francesco Scianna, Valentina D’Agostino, Angela Curri, Claudia Gusmano, Carmelo Galati, Sergio Vespertino, Dajana Roncione, Dario Aita e Nino Frassica nel ruolo di Fra’ Giacinto. La voce narrante della storia è dello stesso Pif, che in conferenza stampa ha tessuto le lodi di questo progetto seriale nato dal suo film.

Ingredienti fondanti di questa fiction sono l’ironia, la demistificazione e la ridicolizzazione di figure atroci come quelle dei boss corleonesi, ma anche il racconto di grandi eroi dell’antimafia che hanno speso e a volte perso la vita in nome della legalità e il coraggio delle persone comuni costretta a fare i conti quotidianamente con la paura.

Autore del soggetto di serie, in conferenza stampa Pif si è detto è orgoglioso di questa serie perché concepita come vero e proprio strumento culturale di lotta alla mafia, con le armi dell’ironia e del racconto.

Nella serie si parla di coscienza e coraggio, un concetto bellissimo: la coscienza da sola ti dice che c’è un problema ma non ti dà soluzioni. Il coraggio mette in azione la coscienza e per molti anni spesso c’è stata coscienza ma senza coraggio. O in pochi avevano coscienza e coraggio. Un concetto meraviglioso. Adesso non si è più soli, la cosa peggiore che ho capito è che chi denuncia la mafia ha paura non solo della mafia ma soprattutto che la comunità non gli riconosca l’atto coraggioso che sta facendo, questo li terrorizza. Questa serie ha l’ambizione di dare coscienza e coraggio. Il fatto che si stia facendo questa serie e che noi non abbiamo rischiato la vita è la dimostrazione che le cose sono cambiate. Il fatto che un bambino di 10 anni di Palermo veda un boss come un mito smitizzato è un trionfo, questo non è solo un successo professionale per me, questa è lotta, è pura ed essenziale antimafia, stiamo contribuendo al cambiamento culturale: più ragazzi guarderanno questa serie, più sarà un trionfo per il futuro, non ho dubbi a riguardo.

Grazie all’ambientazione storica e all’enorme disponibilità di materiale da raccontare, si pensa già alla terza stagione de La Mafia uccide solo d’estate, come ha confermato la direttrice di Rai Fiction Eleonora Andreatta.

La vitalità di una serie si vede da quanti personaggi richiedono di continuare ad essere vivi. In questa serie ci sono gli eventi reali accaduti in quello scorcio di anni e poi ci sono i personaggi, per come sono stati impostati è naturale che ci possa essere un seguito: i personaggi sono gravidi di racconto, probabilmente passeranno dei tempi narrativi di più di un solo anno, ma con l’idea di continuare questo racconto che ci aiuta a capire l’Italia.

Stamattina a Roma si è tenuta la presentazione de #LaMafiaUccideSoloDEstate2, seconda stagione della fiction Rai di #Pif. Riconoscete qualche volto noto della tv? :)

Pubblicato da Serial Stalkers su lunedì 16 aprile 2018

83
CONDIVISIONI

Lascia un commento: