Concerto per l’Angelo Mai con Afterhours, Max Gazzè e Daniele Silvestri: tutti i dettagli

Ufficiale il concerto per l'Angelo Mai con Afterhours, Daniele Silvestri e Max Gazzè: tutti i dettagli.

Il concerto per l’Angelo Mai con Afterhours, Daniele Silvestri e Max Gazzè è stato reso ufficiale. Gli artisti si sono mossi in gruppo per dire no alla chiusura dello storico centro sociale per il quale il Comune di Roma ha disposto lo sgombero per il 4 maggio. L’ordinanza è stata sospesa per 20 giorni.

Il live con il quale gli artisti proveranno a opporsi al provvedimento di terrà il 18 maggio, proprio sul palco nel quale molti di loro hanno avuto modo di portare la loro musica.

Già nota la line-up, nella quale non mancano dei nomi molto importanti della musica italiana ma anche nomi meno pesanti, che vengono uniti dalla loro intenzione di salvare il centro sociale dalla chiusura definitiva. Questi gli artisti che hanno deciso di rispondere al Comune con la musica per dissuaderlo dalla decisione presa e che sembra definitiva. Ecco chi salirà sul palco.

Afterhours/Manuel Agnelli, Bandabardò, Bob Corsi, Colapesce CoolRunnings, Collettivo Angelo Mai Bluemotion, Daniele Silvestri, Danno + dj Baro (Colle der Fomento) feat. Alien Dee, Rodrigo D’Erasmo, Dellera, Francesco Di Bella, Epo, Daniele Fiaschi, Max Gazzè, Lino Gitto, Vinicio Marchioni, Alessandro Pieravanti (Muro del canto), Pink Puffers Brass Band, Pino Marino, Orchestra di Piazza Vittorio, Simone Nebbia, Eva Pevarello, Riccardo Sinigallia.

Tutti gli interessati hanno deciso di rivolgersi alla Sindaca di Roma, Virginia Raggi, con una lettera indirizzata alla Giunta Comunale con la quale hanno voluto richiedere che la situazione si risolva, scongiurando la chiusura dell’Angelo Mai. Queste le parole che hanno voluto rivolgerLe:

L’ANGELO MAI è un laboratorio artistico e culturale d’eccellenza riconosciuto a livello nazionale e internazionale, come testimoniano i numerosi premi ottenuti, gli articoli dedicati e la mobilitazione di centinaia di intellettuali, artisti e cittadini durante i precedenti attacchi subiti. L’Angelo Mai è un centro per le arti plurifunzionale completamente costruito grazie al lavoro degli attivisti che dopo aver ricevuto un rudere in convenzione hanno bonificato l’ambiente dall’eternit, realizzato un palco mobile, una sala polifunzionale, un sistema di condizionamento, una platea e un’impiantistica nuova completamente a norma.

L’Angelo Mai viene scelto da molte delle più importanti formazioni artistiche nazionali per la qualità della programmazione, la dotazione tecnica, l’impostazione strutturale, la continuità di attività durante l’anno e la propria attività di produzione. L’Angelo Mai offre agli artisti la possibilità di presentare il proprio lavoro in uno dei centri d’arte più significativi in Italia proprio in virtù della scelta di un profilo nitido di innovazione contraddistinto dall’alto valore artistico della proposta. Le attività di progettazione e collaborazione dell’Angelo Mai con gli artisti ospiti non si esauriscono unicamente nella messa a disposizione di un palco o nella sola visibilità, ma sono contraddistinte da uno specifico lavoro di sviluppo dei singoli progetti e di relazione con il pubblico e con i punti di riferimento artistici e culturali, sia cittadini che nazionali.

L’atto di libertà intellettuale e artistica di Max Gazzé
Mischiare “alto” e “basso” non è semplice. È un’operazione complessa che richiede una certa intelligenza e una certa genialità, e che ti costringe ad essere doppiamente credibile: credibile nell…
Vai alla recensione

Per questo ci troviamo riuniti per chiedere alla Sindaca Virginia Raggi e all’intera Giunta del Comune di Roma di risolvere una volta per tutte la situazione dell’Angelo Mai, proteggendo un luogo di cultura dal valore indispensabile per questo paese, rimarcando il servizio che dal 2004 l’Associazione svolge per la città di Roma come parte fondamentale del sistema culturale cittadino, nazionale ed internazionale. Riteniamo opportuno che venga finalmente garantito all’Angelo Mai un adeguato inquadramento amministrativo che possa garantire la corretta ed equilibrata prosecuzione professionale dell’attività.

ASIA ARGENTO attrice regista
AFTERHOURS gruppo musicale
BALLETTO CIVILE compagnia teatro e danza
EUGENIO BARBA regista
SONIA BERGAMASCO attrice
LUCIA CALAMARO drammaturga e regista
EMIDIO CLEMENTI musicista e scrittore
FRANCO CORDELLI critico teatrale, scrittore
ANTONIO CALBI direttore generale e artistico Teatro di Roma
VINICIO CAPOSSELA cantautore, musicista e scrittore
ROMEO CASTELLUCCI regista
ARTURO CIRILLO regista
FRANCESCA COMENCINI regista
EMMA DANTE regista
ELEONORA DANCO autrice, attrice, regista
DAVIDE ENIA drammaturgo, scrittore, attore
FANNY&ALEXANDER compagnia teatrale
IAIA FORTE attrice
MATTEO GARRONE regista
MAX GAZZE’ cantautore
ELIO GERMANO attore
FABRIZIO GIFUNI attore
MARIANGELA GUALTIERI poetessa e scrittrice
CLAUDIO LONGHI direttore Emilia Romagna Teatro Fondazione
ANTONIO LATELLA regista, direttore artistico settore Teatro Biennale di Venezia
ALESSANDRO MICHELE art director di GUCCI
MARIO MARTONE regista
MOTUS compagnia teatrale
VINICIO MARCHIONI attore regista
ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO
CLAUDIO SANTAMARIA attore
GIULIANO SCABIA scrittore
DANIELE SILVESTRI cantautore
FRANCESCO STOCCHI Curatore Museo Boijmans van Beuningen, Rotterdam
JASMIN TRINCA attrice
TEATRO DELLE ALBE/ RAVENNA TEATRO compagnia teatrale
SANDRO VERONESI regista
FULVIA VENEZIANI direttore Istituti Italiani di Cultura
UMBERTO ANGELINI curatore artistico Triennale Teatro d’Arte Milano

Lascia un commento: