Il concerto de Lo Stato Sociale a Bologna si farà, arriva l’ok dalla Prefettura: “Speriamo che venga a sentirci anche il Soprintendente”

Arriva l'ok definitivo per il concerto de Lo Stato Sociale in Piazza Maggiore a Bologna!

Tutto è bene quel che finisce bene: il concerto de Lo Stato Sociale a Bologna si farà. Dopo giorni di polemiche e lo stand-by da parte della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio, il concerto della band in Piazza Maggiore è stato finalmente confermato.

Via libera definitivo, dunque, per il concerto de Lo Stato Sociale a Bologna il 12 giugno, nella storica Piazza Maggiore. Un concerto gratuito che, nei giorni scorsi voleva essere annullato dalla Soprintendenza in quanto senza caratteristiche e strutture compatibili con i caratteri di straordinario valore del sito tutelato.

Dopo l’ok dalla Prefettura, Alberto Guidetti de Lo Stato Sociale ha ribadito il grande privilegio di suonare in Piazza Maggiore a Bologna, peraltro loro città natale. “Siamo molto contenti, speriamo che adesso tutti vengano al concerto, anche il soprintendente”, ha scherzato Guidetti.

Nei giorni scorsi, anche il sindaco Virginio Merola ha preso le parti della band e, dopo lo stop giunto nei giorni scorsi sulla concessione della Piazza per l’evento, un vertice in Prefettura con il Comune e la Soprintendenza ha messo d’accordo tutti sul normale svolgimento del concerto. 

Suonare in Piazza Maggiore per noi è un grande sogno che si avvera, è un risultato importante“.

Superato l’ostacolo della Soprintendenza e del presidente Andrea Capelli, ora la band può pensare a preparare tranquillamente al concerto in Piazza Maggiore. Nessuna anticipazione particolare su ciò che vedremo sul palco, se non che il concerto si terrà lo stesso giorno in cui verrà inaugurata una statua in onore del cantautore bolognese Freak Antoni, scomparso 4 anni fa. Per l’occasione, la band dedicherà un tributo agli Skiantos, gruppo di Antoni.

Nei giorni scorsi, oltre al supporto del primo cittadino, Lo Stato Sociale ha ricevuto messaggi di sostegno anche da parte di alcuni colleghi, interpellati proprio dalle parole poco incoraggianti del Soprintendente Capelli: Gianni Morandi e Nek, infatti, hanno inviato alla band e all’organizzazione messaggi di supporto per il concerto in Piazza Maggiore a Bologna.

Il concerto de Lo Stato Sociale a Bologna in forse, Gianni Morandi in difesa della band: “Devono suonare, sono fortissimi!” (video)

Lascia un commento: