Il cast di Sense8 riunito per i diritti LGBTQ al Gay Pride anticipa un matrimonio nel finale in arrivo su Netflix (video)

Nuova reunion per il cast di Sense8 in occasione del Gay Pride di San Paolo in Brasile, tra ricordi e primi spoiler sul finale

4
CONDIVISIONI

Ancora una volta il cast di Sense8 ha dimostrato di prendere molto seriamente le tematiche affrontate dalla serie Netflix di cui è protagonista: inclusione, fratellanza, diritti umani e civili, rispetto delle diversità, interculturalismo sono i pilastri su cui si è basata la narrazione dello show.

A pochi giorni dall’arrivo del finale di serie su Netflix, lo speciale di due ore disponibile dall’8 giugno a conclusione della saga dei Sensate, il cast si è presentato a San Paolo in Brasile per inaugurare il Pride Month, il mese dell’orgoglio LGBTQ, partecipando nuovamente al Gay Pride brasiliano che li aveva già visti protagonisti per le riprese della seconda stagione.

Anche quest’anno il cast di Sense8 – Toby Onwumere, Doona Bae, Jamie Clayton, Tina Desai, Tuppence Middleton, Max Riemelt, Miguel Ángel Silvestre, Brian J. Smith, Freema Agyeman e Alfonso Herrera – non è mancato all’appuntamento con la grande parata per i diritti civili: venerdì 1 giugno, lontano dalla della finzione, il gruppo è tornato sullo stesso palco per ringraziare il pubblico per la perseveranza e la pazienza con cui stanno aspettando la première dell’episodio finale.

Miguel Ángel Silvestre è salito sul palco ancora una volta per un discorso di invito all’apertura e al rispetto, come ha fatto il suo personaggio Lito Rodriguez col suo coming out durante la marcia a San Paolo nella seconda stagione. Insieme ai colleghi, ha ringraziato i fan brasiliani e con loro tutto il pubblico della serie per aver spinto Netflix – decisa a cancellare la produzione – a realizzare almeno un episodio che concludesse la saga.

ATTENZIONE SPOILER!

A San Paolo c’è stata anche la prima proiezione globale dell’ultimo episodio di Sense8, dal titolo Amor Vincit Omnia, girato in parte anche in Italia la scorsa estate. Silvestre ha definito questo finale di serie una delle esperienze più intense mai vissute, rivelando anche un importante spoiler: nell’ultimo episodio ci sarà il matrimonio tra Nomi e Amanita.

Le riprese sono durate 27 giorni. È stato il mese più emozionante della mia vita. Ho avuto momenti di estasi e altri di profonda tristezza. Lana Wachowski ha tenuto segreta la storia del capitolo finale, quindi nessuno aveva letto la sceneggiatura, né conoscevamo il destino dei nostri personaggi in questo episodio. Ma uno dei momenti più speciali della mia vita è stato quando ho visto Jamie Clayton leggere la parte in cui ha detto che avrebbe sposato Amanita e mi sono venute le lacrime.

São Paulo gave us the moves! Con mi tete @tobyonwumere @netflix #sense8finale

A post shared by Miguel Angel Silvestre (@miguelangelsilvestre) on

D’altronde il clima idilliaco sul set era già stato testimoniato dal video dal backstage che vede il cast ballare insieme e celebrare la fine delle riprese.

Ecco la sinossi e il trailer del finale di serie disponibile su Netflix dall’8 giugno.

Il gruppo si riunisce per una missione finale nella speranza che l’amore conquisti tutti. Le vite personali vengono messe da parte quando il cluster, i loro aiutanti e alcuni alleati inaspettati si uniscono per una missione di salvataggio e l’abbattimento della BPO al fine di proteggere il futuro di tutti i Sensate.

4
CONDIVISIONI

Lascia un commento: