In prima linea il Huawei P20 Lite con aggiornamento B144: i problemi risolti

Bug risolti e ottimizzazioni pronte all'interno di un firmware abbastanza corposo

Per il Huawei P20 Lite è a appena partito un nuovo aggiornamento. Si tratta del pacchetto B144 che porta con se la risoluzione di alcuni problemi e pure il miglioramento  dell’esperienza d’uso dello smartphone sotto alcuni aspetti. Esaminiamo più da vicino il firmware nuovo di zecca , in base al changelog rilasciato dagli stessi sviluppatori.

Partiamo con il numero build dell’update pensato per il Huawei P20 Lite: ANE-LX1 8.0.0.144 (C432). Il peso complessivo del firmware non è certo poca roba, ossia 460 MB e come è giusto che sia, ci si aspetterebbe più di qualche  cambiamento: desiderio accontentato, le novità non mancano affatto, sotto molti aspetti.

La prima cosa da dire è che l’aggiornamento B144 pensato per il Huawei P20 Lite introduce la patch di sicurezza del mese di giugno ( niente da fare invece per quella più attuale di luglio per la quale probabilmente bisognerà attendere ancora qualche settimana). Un punto su cui si sono concentrati gli sviluppatori è stata poi l’ottimizzazione della sensibilità del touch screen, cosa che non guasta affatto nel normale uso quotidiano del device.

Continuiamo con l’esame delle novità previste dal pacchetto software ed ecco che gli esperti hanno pure migliorato la stabilità della connessione quando la funzione HiSuite viene utilizzata per connettere il telefono al computer, magari per trasferire file. Spazio anche alla risoluzione di un piccolo grande bug relativo al Google Play che non riproduceva brani musicali quando collegato ad Android Auto all’interno di un veicolo.

La distribuzione del pacchetto è appena partita in Europa come ci comunica pure il sito di settore Huawei Blog. Per l’arrivo della relativa notifica via OTA del pacchetto in Italia, si potrebbe dover attendere qualche giorno. Come al solito, si consiglia di effettuare il download solo con telefono con ricarica residua di almeno il 60%. Allo stesso tempo, visto il peso non proprio esiguo del rilasci vicino al mezzo giga, meglio procedere all’operazione sotto copertura Wi-Fi.

Lascia un commento: