Tutte le novità Android 9 Pie: quali Samsung, Huawei, Honor, Asus, OnePlus e Xiaomi supportati e quando

I principali cambiamenti in arrivo e la lista completa dei device che andranno oltre Android Oreo

180
CONDIVISIONI

Android 9 Pie è realtà. La distribuzione del sistema operativo nuovo di zecca e nella sua versione definitiva è partita sui device Google Pixel e Google Pixel 2 ma quali saranno le principali novità introdotte dal device e soprattutto quali smartphone Samsung, Huawei, Honor, Asus, OnePlus e Xiaomi faranno il grande salto al più recente aggiornamento nelle prossime settimane o mesi?

Partiamo dalle novità introdotte da Android 9 Pie come le nuove Actions, ossia azioni suggerite dal telefono sulla base delle abitudini degli user. Grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, in base all’ora del giorno o alla posizione ad esempio, potranno essere suggerite delle funzioni al posto di altre. Un po’ nella stessa direzione vanno pure le Slices: il sistema proporrà delle porzioni di app, prevedendo il nostro comportamento e velocizzando l’esperienza, sempre grazie allo storico delle abitudini passate.

Android 9 Pie introduce anche una nuova dashboard che da un’idea concreta delle app più utilizzate sul telefono, del numero di notifiche ricevute e di altre azioni. Fondamentale nel nuovo aggiornamento è il concetto di benessere digitale: ora sarà il device a segnalarci che forse stiamo utilizzando lo smartphone per troppo tempo (sarà possibile fissare anche un timer con un limite temporale).  Si rinnova anche la modalità “non disturbare” che ora  è attivabile semplicemente ponendo il dispositivo a faccia in giù su un tavolo.

Le novità di Android 9 Pie riguardano ancora l’autonomia, con la nuova Adaptive Battery. Con il contributo del machine learning, il device sarà in grado di identificare le applicazioni che richiedono più energia e di ottimizzare i consumi sulla base di questo dato. Il funzionamento della CPU sarà dunque proporzionato  e almeno sulla carta, dovrebbe essere limitato del 30%.

Snocciolare le principali novità di Android 9 Pie, quali saranno gli smartphone Samsung, Huawei, Honor, Asus, OnePlus e Xiaomi che lo riceveranno da qui a tutto il 2018 e anche nel 2019? Secondo una tabella di marcia del sito TheAndroid Soul e partendo dal produttore Samsung, ecco che i Galaxy S9 e S9 Plus  dovrebbero essere i primi a ricevere l’update nel primo trimestre 2019. Nel secondo trimestre invece toccherà ai Galaxy Note e ai Galaxy S8  e pure ai Galaxy A8 e A6 2018. In ultima battuta, nel terzo trimestre del prossimo anno, toccherà al Galaxy Note FE e ai Galaxy J4, J6 e J8. Resteranno fuori device più datati, anche ex top di gamma molto diffusi come il Samsung Galaxy S7.

Quali smartphone Huawei e Honor invece riceveranno Android 9 Pie? Tutta la serie Huawei Mate 10 (fatta eccezione per il Lite) riceveranno l’aggiornamento nel quarto trimestre del 2018. Nello stesso periodo toccherà pure al Huawei P20 e P20 Pro, all’Honor 10 e a Huawei Nova 3, 3i e 2s. Nel primo trimestre 2019 spazio invece a Honor 8 Pro, Honor 9 , Huawei Mate 9, Huawei P20 Lite , Huawei P10 e P10 Plus ( il P10 Lite sarà escluso dal passaggio insieme a tutta la gamma Huawei P9).

Per quanto riguarda gli smartphone Asus, Android 9 Pie arriverà nell’ultimo trimestre 2018 su su Asus ZenFone 5 e Asus ZenFone 5Z: ad inizio 2019 poi toccherà, in successione, ad Asus ZenFone 5 Lite, Asus ZenFone Max, Asus ZenFone Max Plus, Asus ZenFone Max Pro, Asus ZenFone 4 Pro e Asus ZenFone AR ZS571KL.  Per quanto riguarda il brand OnePlus invece ricordiamo che il major update è già in beta su OnePlus 6. mentre nell’ultimo trimestre 2018 toccherà a OnePlus 5 e 5T. A seguire, ad inizio 2019 poi il firmware spetterà a Oneplus 3 e 3T.

Quali saranno i device Xiaomi a dover ricevere l’aggiornamento Android 9 Pie? Nel ricordare che per lo Xiaomi Mi Max 2S la beta dell’aggiornamento è già disponibile, entro la fine dell’anno, il passaggio toccherà alla serie Xiaomi Mi 8 e agli Xiaomi Mi A1  e A2. Nello stesso periodo toccherà allo Xiaomi Mi Mix. Nel primo trimestre 2019 sarà il turno invece dello Xiaomi Mi Max 3, allo Xiaomi Redmi Note 5 AI (Note 5 Pro). A seguire l’update spetterà in successione allo Xiaomi Mi 6, Xiaomi Redmi S2 (Redmi Y2), Xiaomi Redmi 6, Xiaomi Redmi 6A e Xiaomi Redmi 6 Pro Eligible Q2 2019.

180
CONDIVISIONI

Commenti (7):

      Franco

      E allora scriviamo quello che vogliamo… Non c’è un comunicato ufficiale Asus manco a pagarlo, lo zenfone Max plus è fermo a Nougat, ma passerà a Pie.. XD

      Anzi aspetta *** breaking news *** confermati beta test di Android Q sugli Zenfone Max!

Lascia un commento: