Testo e video L’impossibile dei Dear Jack, il nuovo singolo da Non è un caso se

Il brano nasce da un'idea di Federico Zampaglione ed è in radio da oggi.

4
CONDIVISIONI

L’impossibile dei Dear Jack è il nuovo singolo estratto dall’album Non è un caso se. Arriva in radio oggi, venerdì 10 agosto, successore del precedente Non è un caso se l’amore è complicato, prima anticipazione dallo stesso disco.

L’album segna il ritorno del gruppo, per la prima volta in formazione a quattro con la voce di Lorenzo Cantarini che fa seguito a quella di Alessio Bernabei e alla successiva esperienza del gruppo con Leiner Riflessi (X Factor).

L’impossibile dei Dear Jack è una canzone nata da un’idea di Federico Zampaglione.

I Dear Jack raccontano di aver “lottato fin da subito in maniera molto intensa” con il brano.

“Nasce da un’idea di Federico Zampaglione e per circa un mese ci abbiamo lavorato in studio e ci siamo resi conto verso la fase finale che è una ballad che voleva essere nuda, semplice, immediata e che sarebbe stato anche il modo migliore per dargli un sound caldo e avvolgente e per comunicare il testo”.

La band descrive poi il significato di L’impossibile, un pezzo che parla di affetto, di passionalità, di attrazione fisica. Poi aggiunge: “Ma forse non di amore, dando quindi la visione di una relazione un po’ egocentrica in cui si cerca di soddisfare i propri bisogni personali”.

L’impossibile dei Dear Jack è estratta dal disco Non è un caso se… che contiene due inediti – Non è un caso se l’amore è complicato e L’ Impossibile – in aggiunta a sette grandi successi dei primi anni della carriera dei Dear Jack riarrangiati da Diego Calvetti. Nell’album c’è anche una cover: Insieme a Te sto Bene di Lucio Battisti, una canzone alla quale i Dear Jack hanno spiegato di essere molto legati.

Il video ufficiale di L’impossibile è firmato dal regista Gaetano Morbioli ed è disponibile in rotazione televisiva e su YouTube.

Di seguito il video ufficiale  e il testo di L’impossibile dei Dear Jack:

TESTO

Resti lì a guardarmi come se
fossi migliore di me
ma tu lo sai che dentro c’è solo confusione
e non sai più che dire ne che fare
E ti ricordi che ne tu ne io
potevamo immaginare di dividere un addio
ripenseremo a quelle notti
alla tua pelle sulla mia
e ci resterà al sete dentro l’anima

Mi chiedi l’impossibile
ma tanto sai da te
che ognuno resta sempre quel che è
E ti rispondo che
ne tu ne io
potevamo immaginare di dividere un addio
ripenseremo a quelle notti
alla tua pelle sulla mia
e ci resterà la sete dentro l’anima

Cerco di mandare via la solitudine
la convinzione che ha dipeso anche da me
perché
né tu né io
sapevamo più accettare che ognuno fosse a modo suo
ripenseremo ai nostri giorni di così tanta musica
e ci resterà la sete dentro l’anima

Potremmo anche rinascere e vivere su un’isola
e ci resterà al sete dentro l’anima

4
CONDIVISIONI

Lascia un commento: