Pessime notizie sull’uscita in Italia per Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro: tra ritardi e rinunce

Rumors poco incoraggianti per quanto riguarda i due modelli ormai prossimi alla presentazione ufficiale

4
CONDIVISIONI

Ci sono notizie molto poco incoraggianti che oggi 26 settembre possiamo prendere in esame per quanto concerne due smartphone molto attesi come Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro. Se da un lato abbiamo già le prime tracce software dei due smartphone prossimi alla presentazione ufficiale, come abbiamo avuto modo di notare nella giornata di ieri con la possibilità di scaricare i loro temi (qui tutti gli approfondimenti del caso), in questo frangente dobbiamo assolutamente concentrarci sull’uscita dei prodotti sul mercato italiano.

Stando a quanto apparso su Twitter attraverso un leaker affidabile come Roland Quandt, potrebbero esserci dei problemi per diversi Paesi proprio sul fronte della commercializzazione di questi prodotti. In primo luogo, esattamente come abbiamo avuto di constatare con il predecessore, qui in Europa difficilmente toccheremo con mano il prossimo Huawei Mate 20. Se questa notizia era in qualche modo prevedibile, quella riguardante il suo fratello maggiore spiazza un po’ tutti.

A detta della fonte, infatti, ci saranno ritardi nella distribuzione sul mercato del tanto atteso Huawei Mate 20 Pro, almeno per quanto riguarda alcune nazioni. Tra queste, a suo modo di vedere, avremo anche Spagna e Italia, anche se non sono stati specificati i motivi che dovrebbero portare ad una situazione di questo tipo. Come accennato, la fonte è solitamente affidabile, ragion per cui è opportuno prestare la giusta attenzione alle indiscrezioni che hanno preso piede sul web oggi 26 settembre.

A questo punto possiamo solo aspettare il mese di ottobre, la relativa presentazione di Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro e le decisioni che verranno ufficializzate a stretto giro per quanto riguarda l’effettiva distribuzione dei device. Voi che ne pensate? Realistico uno scenario come quello descritto oggi per questi prodotti, o a vostro avviso si tratta solo di rumors incontrollati? Fateci sapere che ne pensate.

4
CONDIVISIONI

Lascia un commento: