Niente più RSI LA2 sul digitale terrestre: addio a F1, MotoGP e Champions League gratis

A breve il canale svizzero RSI LA2 sul digitale terrestre verrà spento: la TV svizzera ha deciso

4
CONDIVISIONI

La TV Svizzera presto si disferà del digitale terrestre, con gravi conseguenze per i conterranei del Nord Italia, che erano soliti appoggiarsi su due canali della RSI (Radiotelevisione svizzera di lingua italiana). In particolare, sarà dura salutare l’emittente RSI LA2, che permetteva di seguire gratis alcuni degli eventi sportivi F1, MotoGP e Champions League (che altrimenti avrebbero dovuto pagare a peso d’oro). Come riportato da ‘tomshw.it‘, lo scorso 29 agosto il Consiglio federale ha confermato alla SSR (Società svizzera di radiotelevisione) una concessione (che partirà il 1 gennaio 2019, con validità fino al 31 dicembre 2022) votata al risparmio, che tiene in considerazione la crescente diminuzione degli utenti che fanno utilizzo del digitale terrestre.

La SSR, sulla base di quanto approvato, ha l’opportunità di rimpiazzare il canale RSI LA2 (poco e nulla visualizzato, fatta eccezione per qualche unità familiare, circa il 2% che dovrà purtroppo rinunciarci) con una proposta multimediale, dicendo addio alla ‘Digital Video Broadcasting – terrestrial; DVB-T’ entro la fine del prossimo anno. L’avanzare di nuove tecnologie spinge in questa direzione: la SSR non ha potuto che prenderne atto e regolarsi di conseguenza. Le trasmissioni della TV svizzera, man mano, avranno luogo principalmente via cavo, tramite la rete Internet e mediante il satellite.

Dispiace per tutti gli italiani che dovranno fare i conti con questa triste e nuova realtà, che si dispiegherà a cavallo dei prossimi mesi. Niente più digitale terrestre per la TV svizzera, e di riflesso addio all’amata emittente RSI LA2, canale sulle cui frequenze erano soliti sintonizzarsi molti abitanti del Nord Italia, prossimi ai confini svizzeri, per la visione di molti eventi sportivi altrimenti a pagamento (come nel caso dei sopra citati F1, MotoGP e Champions League). Bisognerà farsene una ragione, ed attrezzarsi per tempo se non si vuol perdere lo spettacolo offerto da questi sport.

4
CONDIVISIONI

Commenti (3):

paolo

mi unisco ai commenti e propongo di promuovere una raccolta di adesioni on line per una petizione alla RSI, Non possiamo perdere una tv di alta qualità, competenza e professionalità come RSI. La seguo dal 1970.
Oggi è’ forse la miglior tv disponibile in tutto il panorama digitale ……e non solo. NON LASCIATECI SENZA SEGNALE ed in mano al potere della pay!

Giuseppe Secchi

Ho visto in questi giorni la didascalia di avviso che passa di continuo durante i programmi. Questa notizia e’ un vero disastro totale, anche se la definizione delle immagini diffuse e’ un po’ vintage, la qualita’ delle trasmissioni della RSI e’ da sempre top. Informazione, documentari, cinema sono fatti benissimo. Ma soprattutto calcio, motociclismo e automobilismo sono seguite e commentate in modo molto tecnico, professionale e competente, come e’ giusto sia e come non si trova su altre piattaforme a pagamento. Il nostro destino di spettatori sara’ di dover pagare per sentire telecronisti urlare e commentatori dire scemenze.
La fine di un mito, he tristezza…

Paolo Ferretto

IO SONO UN GRANDISSIMO AMMIRATORE DELLA TV. SVIZZERA PERCHE’ HA SEMPRE MOSTRATO UNA TELEVISIONE SERIA E DI ALTA QUALITA’ NEL TRASMETTERE I PROGRAMMI. NON IMPORTA SE TOGLIE I PROGRAMMI TELEVISI SPORTIVI E METTERLI A PAGAMENTO ANCHE SE SONO UNO SPORTIVO ACCANITO.. MA SICURAMENTE LA SUA TV. LA RITENGO ALL’AVANGUARDIA NELLA DEMOCRAZIA MONDIALE ,SPERO IN UN RIPENSAMENTO !

Lascia un commento: