Una storia d’amore caliente nel nuovo singolo di Elodie con Ghemon: audio e testo di Rambla

Il nuovo singolo di Elodie con Ghemon parla di una storia d'amore caliente: ecco audio e testo di Rambla.

Il nuovo singolo di Elodie con Ghemon è Rambla. Il brano, disponibile in radio e in tutte le piattaforme digitali dal 12 ottobre, rappresenta il seguito naturale di Nero Bali, con il quale l’artista romana è stata in rotazione radiofonica per tutta l’estate in duetto con Michele Bravi e Guè Pequeno.

Il brano si presenta con uno stile dance pop arricchito dalla voce molto particolare di Elodie, che si fonde perfettamente a quella di Ghemon in un rap serrato. Il tema portato batte sull’importanza di cogliere l’attimo, in modo che una storia d’amore non vada perduta nonostante le difficoltà iniziali. Il luogo scelto è quello della Rambla di Barcellona, che vuole rappresentare un ambiente caliente e disorientante.

Rambla è quindi il nuovo e potenziale successo di Elodie che ha raggiunto la notorietà grazie alla partecipazione ad Amici di Maria De Filippi nel 2015. Di maggio 2016 è invece il rilascio dell’EP U’altra vita che conta sulla produzione di Luca Mattioni ed Emma Marrone, sua coach durante il serale del talent di Canale5. L’EP è stato certificato disco d’oro.

Del 2017, la partecipazione al Festival di Sanremo 2017 con il brano Tutta colpa mia, che ha ottenuto il disco di platino. Del 18 maggio, il singolo Nero Bali con Michele Bravi e Guè Pequeno, che ha ottenuto il disco di platino per il successo nelle vendite.

TESTO Rambla di Elodie con Ghemon

È un anno che perdo la strada di casa
se provo a ritornare
più niente mi resta nel cuore
nemmeno le frecce di un cacciatore
Siamo fuochi dentro una città

ma bruciamo solo di domenica
andiamo a ballare ogni volta è un po’ come morire
ma poi chiudo gli occhi e ti vedo
sei bello come un sole nero
mi servi come un sombrero
nel centro di città del Messico
è vero l’amore è come un buco nero
io sono il regno tu l’impero
che ci colpisce ancora
e ci accompagnerà

Fuori dalla Rambla
stiamo scrivendo il nostro libro della giungla
dimmi come ti chiami
Fuori dalla Rambla
tutto le facce mi ricordano la stessa
e questa è la mia festa

È un anno che ascolto la stessa canzone
se provo a ricordare
che cosa rimane che cosa ci fa stare bene
delle persone
ti vedo
sei bello con il cuore nero
sei bello con il sombrero
nel centro di città del Messico
l’amore è grande come un cielo nero
meno di un regno più di un impero
che ci colpisce ancora
e ci accompagnerà

Fuori dalla Rambla
stiamo scrivendo il nostro libro della giungla
dimmi come ti chiami
Fuori dalla Rambla
tutto le facce mi ricordando la stessa
e questa è la mia festa

Ti ci vuole tale vita da troppo tempo
e si che questa storia dall’inizio è stata un viaggio turbolento
ma tu sei la mia costante fonte di orientamento
anche se quando ti guardo e mi guardi mi perdo
sono nel vento
non ti do punti di riferimento ma sai a chi penso prima che mi addormento, a te
e se le stelle ci diranno che è il momento
l’asfalto sarà il nostro pavimento, movimento

Fuori dalla Rambla
stiamo scrivendo il nostro libro della giungla
dimmi come ti chiami
Fuori dalla Rambla
tutto le facce mi ricordando la stessa
e questa è la mia festa

Lascia un commento: