Michael Bublè lascia la musica: dopo l’album “perfetto” si ritira

A novembre pubblica Love e poi si ritira.

179
CONDIVISIONI

Michael Bublè lascia la musica e lo annuncia al Daily Mail’s Weekend. Ha realizzato la sua ultima intervista della carriera.

“Noah è guarito ma non ce la faccio più”, ha dichiarato l’artista spiegando di non riuscire a proseguire il suo percorso nel mondo della musica. Il 16 novembre verrà rilasciato l’album Love, probabilmente l’ultimo progetto discografico della sua carriera. Bublè si ritira dalle scene e ad annunciarlo al suo pubblico è lui stesso.

Due anni fa, il primo pensiero di lasciare la musica. All’epoca, tra le cause, c’era la malattia di suo figlio Noah al quale, a soli tre anni, era stato diagnosticato un tumore al fegato. Il bambino è oggi fuori pericolo ma Michael Bublè si dice non intenzionato a proseguire oltre.
Ha realizzato l’album perfetto e ora vuole fermarsi.

Michael Bublè lascia la musica e lo comunica al Daily Mail’s Weekend. Il tempo trascorso vicino alla sua famiglia e a Noah, gli ha insegnato i veri valori della vita e non intende includere la musica. Il tumore del figlio gli ha insegnato le priorità della sua esistenza: “Mi ha fatto rimettere tutto in discussione, ha cambiato la mia percezione della vita”.

Love uscirà il 16 novembre prossimo: la pubblicazione è confermata e probabilmente sarà l’ultimo album della sua carriera salvo un nuovo cambiamento.

“Non so neanche se riuscirò a terminare questa conversazione senza piangere. E non ho mai perso il controllo delle mie emozioni in pubblico” ha spiegato Michael Bublè che ha rilasciato l’ultima intervista della sua carriera da cantante. Cosa gli riserverà il futuro? Sicuramente la vita in famiglia tra l’affetto dei suoi cari, quanto al tour e alle attività promozionali, non sembrano essere in programma.

“Questa è la mia ultima intervista. Mi ritiro. Ho realizzato l’album perfetto e ora posso lasciare davvero al top”, ha concluso, soddisfatto dei lavori sul nuovo disco che dal prossimo mese sarà disponibile in tutto il mondo.

179
CONDIVISIONI

Lascia un commento: