Il midseason finale di Shameless 9 lascia Fiona in crisi dopo l’addio di Cameron Monaghan

Inizia dal tonfo di Fiona e dal finale midseason di Shameless 9 la lunga pausa della serie

Il pubblico è giunto al capolinea di questa prima parte di Shameless 9. Quello andato in onda qualche ora fa negli Usa era il midseason finale della stagione e sicuramente i fan apprezzeranno il fatto di poter metabolizzare fino a gennaio l’assenza di Cameron Monaghan e il vortice dentro cui è caduta Fiona.

Fino a quanto la bella Gallagher non ha avuto niente di concreto, il dolore sembrava quasi malleabile e gestibile ma fare un tonfo dopo aver assaporato la possibilità di cambiare vita e voltare pagina, in amore e negli affari, è ancora più dura per lei. La ritroviamo nel bagno di casa sua dopo tutto quello che è successo nell’episodio della scorsa settimana, pronta a leccarsi le ferite e rendendosi conto che non era con la sua famiglia quando Ian è tornato in prigione.

Per adesso non le resta che piangere e rimettersi in piedi anche se, ancora una volta, sembra essere Ford quello pronto a ferirla. Debbie, però, ha intenzione di vendicare la sorella e in compagnia di Farhad e Alex, parte per aiutare a umiliare completamente Ford mettendolo alla gogna pubblica e non solo.

Frank ancora sembra lontano dai problemi della figlia e propenso ad aiutare gli altri tanto che, in versione terapeuta finisce davvero per aiutare un paziente mentre si trova impelagato nella sua relazione con Ingrid (Katey Sagal). Per lui sembra essere ormai tardi intraprendere la carriera di terapeuta ma magari queste doti nascoste potrebbe usarle per Fiona visto che si trova ormai nel vortice che lui stesso ha attraversato.

Sicuramente l’assenza di Cameron Monaghan si è fatta sentire in quest’ultimo episodio del 2018 ma quello che si spera per questa seconda parte di stagione è che gli ultimi episodi di Emmy Rossum siano con i fuochi d’artificio sia in positivo che in negativo.

Lascia un commento: