Passi avanti Pie: beta a giorni in Europa su Samsung Galaxy S9, Germania in pole

Sui Samsung Galaxy S9 la beta Pie con One UI dal 15 novembre, almeno in Germania

1
CONDIVISIONI

Buone notizie sul fronte Android Pie per Samsung Galaxy S9 e S9 Plus, per cui a partire dal 15 novembre in Germania verrà inaugurato il programma di beta testing. Finora non era stata diffusa ancora una data certa a riguardo, e ci si era limitati a parlare del rilascio della versione stabile a bordo dei dispositivi sopra citati, oltre che per il Note 9, da gennaio 2019.

L’indicazione viene fornita dal portale ‘allaboutsamsung.de‘, che si sarebbe preoccupato di contattare l’assistenza clienti del brand asiatico, ottenendo come risposta la data del 15 novembre, che coinciderebbe con il giorno di inaugurazione del programma beta di Android 9.0 Pie, lanciato in Germania, come sopra annunciato, USA e Corea del Sud. Nel corso della seconda ondata toccherà a Francia, Spagna, UK, Cina, India e Polonia (dell’Italia, almeno per adesso, non si è fatta ancora menzione).

L’aggiornamento ad Android Pie (parliamo per chi si fosse perso la Samsung Developer Conference dei giorni scorsi) si accompagnerà alla nuova interfaccia One UI, dall’utilizzo semplice ed immediato, e che non dovrebbe essere in dubbio per i vari Samsung Galaxy S8 e Note 8, come invece era stato detto subito dopo la conferenza da un presunto portavoce del colosso di Seul (anche Ice universe proprio ieri, come vi abbiamo qui riportato, ha smentito questa possibilità, anche se manca ancora la conferma ufficiale).

Tra 5 giorni da oggi, il programma beta dell’aggiornamento ad Android 9.0 Pie con interfaccia One UI prenderà il via a bordo dei Samsung Galaxy S9 e S9 Plus tedeschi (sono quelli che più da vicino ci riguardano, trattandosi di modelli europei, anche se non direttamente italiani). Un discorso che non mancheremo di approfondire tra qualche giorno, fornendovi quelli che saranno i primi dettagli che scandiranno la fase di testing, che, se portata a termine senza intoppi, sfocerà in una distribuzione diffusa e capillare anche per quanto riguarda il nostro Paese. Staremo a vedere cosa accadrà il giorno 15 novembre per tirare le somme.

1
CONDIVISIONI

Lascia un commento: