Animali Fantastici 2 – I Crimini di Grindelwald: David Yates dirige un sequel cupo, maturo e nostalgico

David Yates, ormai esperto del mondo magico di Harry Potter, dirige Animali Fantastici 2 - I Crimini di Grindelwarl, sequel più maturo rispetto al primo capitolo.

13
CONDIVISIONI

Con Animali Fantastici 2 – I Crimini di Grindelwald, David Yates entra più a fondo nel mondo magico di Harry Potter. La pellicola, sequel del film del 2016, è ambientata qualche mese dopo la cattura del famigerato perfido, malvagio ma carismatico Grindelwald (interpretato da uno Johnny Depp, sempre camaleontico e in ottima forma). Il Mago Oscuro, con un brillante stratagemma, riesce a fuggire in una sequenza al cardiopalma, che ci introduce subito nell’atmosfera della storia: cupa e soffocante, come una folle corsa senza respiro.

Grindelwald raduna seguaci, e lo fa scegliendoli con un calcolo strategico tra i più deboli e ingenui. I suoi folli piani diventano subito chiari e puntano al mondo dei maghi e quello dei babbani (i non maghi). Ma in particolare sta cercando Credence (un Ezra Miller convincente e inquietante quanto basta), l’Obscuriale miracolosamente scampato alla morte nel primo film. Anche Newt Scamander (Eddie Redmayne ormai in una parte in cui si sente a suo agio), timido ma ingegnoso magizoologo, è sulle tracce del ragazzo, per conto di Albus Silente. Alla ricerca (o meglio, alla caccia) si uniscono anche il Ministero della Magia, e l’Auror Tina (l’etera Katherine Waterson), con la quale Newt ha un malinteso sentimentale rimasto in sospeso.

Yates, che ha alle spalle la regia degli ultimi quattro film di Harry Potter, sa come gestire l’universo magico. Più che nella prima pellicola, in Animali Fantastici 2 è evidente il legame con il franchise originale, che crea un senso di nostalgia. Si intravede un elfo domestico dedito alle pulizie, c’è la scuola di magia (la mitica Hogwarts), ma l’elemento che fa da collante è il giovane Albus Silente, interpretato da un affascinante Jude Law perfettamente calato nella parte. Il regista scava nei suoi desideri più reconditi, mostrando un personaggio che in apparenza è sicuro di sé, ma nasconde un forte segreto che verrà velatamente svelato.

Animali Fantastici 2 è un film maturo che al di là delle bellissime creaturine curate da Newt, in grado di regalare sorrisi ai più piccoli, nasconde un sottile e oscuro sottotesto. Grindelwald è chiaramente costruito per incutere timore: il suo piano, di forte input nazista, è quello di ripulire le etnie e le diversità. Animali Fantastici 2 frena le scene action e si ha la sensazione che voglia conservarle nei prossimi film, lasciando intendere che la strada per sconfiggere il Mago Oscuro sarà lunga e tortuosa.

Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald esce nelle sale italiane il 15 novembre.

13
CONDIVISIONI

Commenti (1):

Lascia un commento: