In arrivo il nuovo Re Leone, morte della magia Disney o furba operazione di marketing? (video)

È in arrivo il nuovo Re Leone con un live action dedicato al classico d'animazione Disney. I lungometraggi stanno distruggendo la magia dei cartoni originali, oppure è solamente un'operazione di marketing?

19
CONDIVISIONI

Da qualche ora è disponibile il trailer del nuovo Re Leone, adattamento live action di un classico dell’animazione Disney. La casa di Topolino, dopo aver portato di nuovo al cinema film come La Bella e La Bestia (con Emma Watson nei panni di Belle e Dan Stevens in quelli della Bestia) e Il Libro della Giungla (con gli animali realizzati tramite motion capture), si cimenterà con Dumbo, Aladdin e Il Re Leone.

L’operazione nostalgia è quindi già in atto, ma avevamo davvero bisogno di riportare sullo schermo classici Disney? Il nuovo Re Leone si preannuncia come un successo assicurato. Le immagini nel primo trailer sono costruite furbescamente ad hoc: il più attento fan potrà notare somiglianze con l’omonimo animato. Il sole che sorge sulla savana; branchi di animali che si muovono verso la rupe dei re per dare il benvenuto a Simba. Perfino le parole in sottofondo di Mufasa (nella versione italiana ha la voce di un maestro del doppiaggio, Luca Ward) rimandano al classico d’animazione. Il tutto è una palese operazione di marketing che attrarrà al cinema le vecchie generazioni (cresciute con i cartoni) e il nuovo pubblico (curioso di vedere con i propri occhi la novità).

È in atto la morte della magia Disney, perché è proprio di questo che si sta parlando. Con il nuovo Re Leone sarà quasi impossibile ricreare le stesse emozioni trasmesse dalla scena in cui Mufasa muore, investito da un branco di gnu mentre salvava la vita a Simba (un trauma infantile ancora oggi indimenticabile).

Il film d’animazione del Re Leone, oltre ad aver segnato l’apice del Rinascimento Disneyano (dopo un periodo non proprio brillante), è stato il prodotto più maturo della casa di Topolino (dove sono evidenti i rimandi shakesperiani) in grado di compiacere sia adulti che bambini. Indubbiamente, il nuovo Re Leone cercherà di ricreare quella magia, ma non siamo certi che avrà lo stesso effetto sul pubblico affezionato al genere.

19
CONDIVISIONI

Lascia un commento: