Morto Ennio Fantastichini, attore di Squadra Antimafia e Mine vaganti: il ricordo di Ferzan Özpetek

È morto Ennio Fantastichini, attore celebre per film come Ferie d'agosto e Mine vaganti, ultimamente apparso in Squadra Antimafia: ecco come il regista Ferzan Özpetek lo ha ricordato.

11
CONDIVISIONI

È morto Ennio Fantastichini, e il cinema italiano piange un altro suo grande interprete. L’attore era noto per film come Ferie d’agosto e Mine vaganti, e ultimamente era apparso nella serie Mediaset, Squadra Antimafia 8. Da quanto si apprende, era ricoverato da due settimane all’ospedale Federico II di Napoli per le complicazioni di una forma grave di leucemia, che gli è stata fatale. Aveva 63 anni.

Ennio Fantastichini era nato a a Gallese, in provincia di Viterbo, nel 1955. Secondo figlio di un maresciallo dei Carabinieri, studiò recitazione all’Accademia nazionale d’arte drammatica di Roma. L’esordio al cinema fu nel 1982 con Fuori dal giorno del 1982, e nel giro di pochi anni ebbe una parte secondaria ne I soliti ignoti vent’anni dopo, dove ha recitato al fianco di due icone del cinema italiano, Vittorio Gassmann e Marcello Mastroianni. Nel 1988 ebbe il suo primo ruolo importante: interpretò lo scienziato Enrico Fermi nel film I ragazzi di via Panisperna, e l’anno seguente con Porte aperte. Grazie al ruolo di Tommaso Scalia, accanto al suo maestro Gian Maria Volonté, ottenne vari riconoscimenti: Ciak d’oro 1991, Nastro d’argento (miglior attore non protagonista), European Film Awards (scoperta dell’anno) e il Premio Felix 1991. Con Ferie d’agosto conquistò una nomination ai David di Donatello.

Nell’ultimo decennio, Fantastichini ha partecipato a diversi film di successo, tra cui Saturno Contro e Mine vaganti (che gli fece vincere il David di Donatello nel 2010), diretti dall’amico regista Ferzan Özpetek, Netturno bus, Viola di mare, La mossa del pinguino e Fabrizio De André: Principe Libero, accanto a Luca Marinelli.

Attivo al cinema quanto in televisione, l’attore ha partecipato a diverse serie, quali La piovra 7, Napoleone, Il mostro di Firenze e Squadra Antimafia 8 Il ritorno del Boss. Özpetek ha ricordato Ennio Fantastichini in un post su Facebook, in cui piange la sua ‘mina vagante’, ma anche un amico e un fratello:

11
CONDIVISIONI

Lascia un commento: