Arrestata Meng Wanzhou a Vancouver, CFO di Huawei e figlia del suo fondatore

Forti polemiche in queste ore dopo la notizia che ha fatto il giro del web. Tutte le ultime notizie trapelate

1
CONDIVISIONI

Oggi 6 dicembre è stata arrestata Meng Wanzhou, CFO di Huawei fermata a Vancouver a quanto pare per ordine delle autorità americane. Al momento si hanno ancora notizie frammentarie in merito, ma è inevitabile che questa decisione stia alimentando non poco le tensioni tra Cina e USA. A quanto pare, infatti, il manager rischia l’estradizione proprio negli Stati Uniti, dove sono ancora in corso tutte le indagini del caso per comprendere se il colosso asiatico abbia in qualche modo violato le sanzioni che sono state inflitte all’Iran.

La questione diventa ancora più delicata se pensiamo che la stessa Meng Wanzhou, oltre a ricoprire un ruolo manageriale importante, risulta essere anche la figlia del fondatore di Huawei. Non è un caso che la Cina abbia già chiesto il rilascio immediato della donna, ma al momento pare non siano ancora giunti segnali di apertura sotto questo punto di vista. Solo domani sapremo se sarà concesso effettivamente il rilascio su cauzione. La nota ufficiale di Huawei esprime comunque fiducia ed ottimismo:

“Siamo convinti e fiduciosi che le autorità canadesi e statunitensi raggiungeranno senza dubbio una conclusione corretta e imparziale. Huawei rispetta tutte le leggi e le regole dei Paesi in cui opera, incluse quelle in materia di controllo delle esportazioni delle Nazioni Unite, degli Stati Uniti e dell’Ue”.

Saranno decisive dunque le prossime 24 ore, anche per capire il reale motivo per il quale poco fa a Vancouver sia stata arrestata Meng Wanzhou. Il tutto, ovviamente, sperando che questo clima di ostilità tra colossi rientri nel più breve tempo possibile.

Difficile dire se la questione sia in qualche modo legata alla storia che vi abbiamo riportato qualche mese fa con un articolo speciale, quando cioè vennero sollevate le prime tensioni tra Huawei e gli USA. Il fatto che sia stata arrestata Meng Wanzhou, in ogni caso, ha alimentato non poche polemiche sui social, ma in attesa di avere maggiori dettagli sulle ragioni del fermo per ora è opportuno non sbilanciarsi. Staremo a vedere quali saranno i prossimi sviluppi di una vicenda davvero particolare e per certi versi inattesa.

1
CONDIVISIONI

Lascia un commento: