Disastro Fallout 76, nuova patch peggiora il gioco: trapelati dati sensibili degli utenti

Dal supporto Bethesda di Fallout 76 si è verificato un leak che ha dato accesso ai dati sensibili degli utenti

156
CONDIVISIONI

Ogni giorno che passa la situazione diventa sempre più grave per Fallout 76. Di sicuro non ha goduto di un buon lancio, dato che era funestato di bug. Poi è stata la volta del bag gate, fortunatamente (in parte) risolto. Lo sviluppatore Bethesda si è messo comunque subito all’opera per correggere tutta una serie di bug e glitch che per molti utenti rendevano il titolo online semplicemente ingiocabile. Ma non è ancora finita.

L’ultima patch di Fallout 76 rilasciata da Bethesda contiene dei cambiamenti non elencati nelle note della patch. Cosa normale, capita spesso, ma in questo caso a cambiare sono stati alcuni elementi i gameplay. Ad esempio il massimo di munizioni fabbricabili è stato ridotto da 400 a 200, oltre alla riduzione dello spawn rate di creature leggendarie, insomma ne vedrete di meno.

Oltre a questo è stato notato un nuovo glitch che consente di duplicare gli oggetti all’infinito, su YouTube ci sono ovviamente già i tutorial su come fare. Altri utenti hanno visto le loro scorte cancellate, mentre alcune armi sembrano impossibili da rompere, diventano invincibili. La situazione è questa, ma una seconda patch arriverà l’11 dicembre: si spera non sia peggiorativa come questa.

Intanto c’è una nuova tegola per il gioco: un ennesimo bug questa volta è stato trovato nel supporto Bethesda, che ha permesso di accedere ai dati sensibili degli utenti. Alcuni di coloro che hanno chiesto la sostituzione della borsa della Power Armor Edition si sono trovati senza motivo dentro ai sistemi di Bethesda. Potevano in questo modo leggere tutti i ticket riguardo l’assistenza, ma anche chiuderli se avevano cattive intenzioni.

Su Reddit ci sono utenti che hanno raccontato la loro esperienza: ”Sto ricevendo ogni singolo ticket di supporto nel mio account Bethesda”, ha scritto Jessiepie. I messaggi includono e-mail, indirizzi di casa e addirittura la carta di credito che l0utente ha usato per acquistare il titolo. Che disastro. Iscrivetevi a questa o quest’altra community se volete discutere delle ultime notizie legate a questo gioco post-apocalittico.

156
CONDIVISIONI

Commenti (1):

Lascia un commento: