Spuntano le prime parole di Testa o croce dei Modà, nuovo brano dal prossimo album di inediti

Arrivano le prime parole di Testa o croce dei Modà, nuovo brano incluso nella prossima prova di studio del gruppo di Kekko Silvestre.

2543
CONDIVISIONI

Le prime parole di Testa o croce dei Modà arrivano direttamente alla pagina ufficiale del gruppo di Francesco Silvestre, che ha pubblicato un brevissimo stralcio della nuova canzone che farà parte della loro prossima prova di studio.

Testa o croce non esiste…se decide il cuore… queste le parole che i Modà hanno voluto anticipare per tutti i fan che aspettano da tempo un loro ritorno, annunciato dopo il successo di Cash che Silvestre ha estratto dalla sceneggiatura del film che avrebbe dovuto portare al cinema come regista.

L’opera è stata presentata anche al Teatro Parenti di Milano, nel quale è stato presente anche Francesco Renga con Alberto Rollo, colui che ha avuto l’idea di estrarre Cash dalla sceneggiatura del film.

Il ritorno dei Modà è atteso per il 2019 con un disco che intitoleranno Testa o croce, come Kekko aveva già avuto modo di anticipare nel corso di una delle sue recenti interviste a Verissimo, nella quale ha parlato con entusiasmo dei suoi progetti futuri.

Il gruppo è tornato in studio dal mese di marzo, ma i lavori si sono fermati per lasciare spazio ai progetti di Silvestre che proprio in questi mesi ha presentato il suo romanzo di debutto, nel quale ha raccontato le gesta di un protagonista che ha molto di se stesso pur mantenendo ben riconoscibile la forma romanzata dell’opera.

Ancora da decidere la data d’uscita di Testa o croce che comunque non dovrebbe arrivare prima del 2019 come naturale erede di Passione Maledetta, che hanno rilasciato nel 2015 e che hanno portato negli stadi e nei palasport in un lungo tour di supporto.

In queste ultime settimane, è stata resa ufficiale la rottura con Lorenzo Suraci. Il contratto tra i Modà e la casa discografica del patron di RTL 102.5 sarebbe in scadenza senza opzioni di rinnovo, così come dichiarato di recente dallo stesso Suraci che si è detto sorpreso della fine della collaborazione che non si sarebbe conclusa in via amichevole.

2543
CONDIVISIONI

Lascia un commento: