Inaspettata beta Android 9 Pie su Honor 9 in Italia: guida per partecipare a fase test

Gran bella notizia per i non pochi possessori del modello entro i nostri confini

1
CONDIVISIONI

Non ce l’aspettavamo per nulla ma la beta Android 9 Pie su Honor 9 è sbarcata in Italia. Grazie alle testimonianze raccolte sui nostri canali social dedicate al brand, possiamo  comunicare ai nostri lettori che la fase di sperimentazione pure per la EMUI 9.0 sullo smartphone è alla portata di chi vorrà parteciparvi. Come fare dunque per aderire?

Chi possiede un Honor 9 non dovrà fare altro che atterrare sul sito del produttore di riferimento Huawei e scaricare l’apk ufficiale dell’app Beta Test. Una volta scaricato l’app questa dovrà essere avviata cliccando sulla relativa icona e andranno pure accettati tutti i termini e le condizioni di utilizzo. Al primo accesso andrà inserito il proprio ID HUAWEI (per chi non ne è ancora in possesso, il codice personale e univoco potrà essere richiesto usando un indirizzo e-mail e anche un numero di telefono mobile).

Come visibile anche dallo screenshot in apertura articolo, la beta Android 9 Pie su Honor 9 risulta aperta dallo scorso 6 dicembre e ancora attiva fino al prossimo 20 dicembre. Gli slot per gli aspiranti partecipanti sono ancora liberi ma sono in ogni caso molto limitati, solo ad un numero massimo di 200 tester. I nostri lettori interessati dunque alla fase sperimentale dovrebbero di certo provvedere nell’immediato alle operazioni su riportate per giocarsi la loro carta di partecipazione al test.

Un avviso doveroso per tutti coloro che decideranno di aderire alla beta Android 9 Pie su Honor 9: la fase di sperimentazione, pure per l’EMUI 9.0, richiede un atteggiamento pro-attivo con la messa a disposizione di feedback sull’esperienza d’uso del nuovissimo firmware. Sarà premura dei tester dunque segnalare eventuali bug di sistema, proprio attraverso l’app ufficiale e pure accettare la possibilità che il nuovo sistema operativo si faccia protagonista di più di qualche problema, si spera tuttavia niente affatto bloccante. Ai nostri lettori dunque restituiamo una decisione consapevole e ragionata.

1
CONDIVISIONI

Lascia un commento: