Fenomenale lo Screen Unlock di OnePlus 6T: migliora col tempo in velocità

Più si utilizza il OnePlus 6T, più il lettore di impronte digitali sotto lo schermo aumenterà di efficienza

Non vi sembra poi così preciso lo Screen Unlock di OnePlus 6T? Chiariamo per prima cosa di cosa si sta parlando, ovvero del lettore di impronte digitali inserito sotto lo schermo del top di gamma del brand cinese, che, a detta di Yale Liu (Software Engineer di OnePlus), migliorerà con il passare del tempo, man mano che lo si utilizzerà con una certa frequenza.

Il lettore, infatti, analizzerà più a fondo le aree del dito che non sono state salvate in precedenza, andandole a registrare. L’operazione permetterà alla componente di essere più precisa e veloce nell’elaborazione. L’algoritmo di cui ha fatto uso il produttore cinese è anche in grado di comprendere se l’impronta appare di poco diversa rispetto a quella salvata durante la configurazione iniziale (se, per esempio, il dito risulta bagnato, o segnato da qualche taglio che prima non c’era, etc.).

Un’innovazione non di poco conto, che immaginiamo mettere d’accordo tutti i possessori di OnePlus 6T (le cose dovrebbero stare esattamente come ci sono state raccontate da Yale Liu, ma è chiaro ci riserveremo di provare personalmente il dispositivo per poterci poi pronunciare in merito). Da quanto ne sappiamo, il OnePlus 6T si sta comportando in modo egregio, facendo la fortuna di tutti quegli utenti che hanno deciso di investire i propri soldi sull’acquisto di questo specifico dispositivo.

Per ora nessun problema degno di nota diffuso a livello nazionale, ma soltanto grandi soddisfazioni, cui adesso va ad aggiungersi la consapevolezza di una migliore esperienza offerta dallo Screen Unlock, che aumenterà ad ogni utilizzo, diventando sempre più veloce. Eravate già a conoscenza di questa particolare abilità della componente (potreste esservene accorti di persona, vedendo notevolmente migliorata l’esperienza quotidiana con l’utilizzo continuo del sensore)? Fatecelo sapere.

Lascia un commento: