In arrivo una serie TV sul Punk prodotta da Iggy Pop, l’annuncio ufficiale dell’emittente Epix

Da Johnny Rotten a Marky Ramone, "Punk" ricostruirà i più controversi anni '70 attraverso le voci degli stessi protagonisti

1
CONDIVISIONI

Se eravamo rimasti fermi a I wanna be your dogThe passenger per poi vederlo di fianco a Dario Argento nel crowdfunding per il film “The Sandman“, dobbiamo sapere che è in arrivo una serie TV sul punk prodotta proprio da Iggy Pop, l’iguana per eccellenza e voce degli Stooges, indiscutibile pilastro del punk internazionale e della live performance.

La docuserie si intitolerà “Punk” per l’appunto e vedrà la luce l’11 marzo 2019 sull’emittente EpixHD, come quest’ultima annuncia in un tweet del 10 dicembre. Non sono ancora noti i dati delle trasmissioni in UK ed Europa. In ogni caso, tutto sarà concentrato sulla scena punk degli anni ’70 con interviste dei veri protagonisti di quegli anni. Interviste e materiale video coinvolgeranno grandi nomi come John “Johnny Rotten” Lydon dei Sex PistolsMarky Ramone dei Ramones, Wayne Kramer degli MC5Jello Biafra dei Dead Kennedys e perfino Debbie Harry dei Blondie.

La serie tv sul punk prodotta da Iggy Pop sarà suddivisa in quattro episodi e racconterà i vari aspetti della scena degli inizi del movimento più controverso del Novecento: il contesto storico, la musica, il rapporto tra gli artisti e l’industria discografica, la correlazione tra la musica e la politica e soprattutto gli effetti del punk sulle generazioni future. “Punk”, infatti, include la partecipazione di musicisti contemporanei ma fortemente influenzati dal punk: Dave Grohl – ricordiamo, prima di suonare nei Nirvana militò come batterista nel gruppo hardcore punk degli Scream – Duff McKagan dei Guns’n’Roses e Flea dei Red Hot Chili Peppers.

Nella serie tv sul punk prodotta da Iggy Pop si affronta anche il backstage della cultura di quegli anni con l’intervento di Danny Fields, a capo della Elektra Records, – l’etichetta dei Doors – il giornalista Legs McNeil e la regista Penelope Spheeris, autrice di “Fusi di testa” e “La pecora nera”. Insieme a Iggy Pop, l’altra parte della produzione è affidata a John Varvatos, stilista e da poco proprietario della John Varvatos Records.

Sulla realizzazione di “Punk” Varvatos ha manifestato tutto il suo entusiasmo:

Esplorare e rivivere la storia del punk è stato un vero e proprio lavoro d’amore per me. La capacità del punk di trascendere generazioni nella sua cultura, musica e stile è una storia che deve essere raccontata. Quindi … Hey! Ho! Let’s go!

1
CONDIVISIONI

Lascia un commento: