Salvini contro Claudio Baglioni per la questione migranti: “Canta che ti passa”

Baglioni parla dei migranti nel corso della conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo e Salvini gli risponde via social.

203
CONDIVISIONI

Salvini contro Claudio Baglioni su Twitter dopo le affermazioni del direttore artistico di Sanremo sulla questione migranti. Il vicepresidente del Consiglio ha twittato un articolo de Il Tempo che riassumeva quanto esposto dal cantautore Claudio Baglioni nel corso della conferenza stampa per il Festival di Sanremo 2019, incluse le sue dichiarazioni sulla necessità di accogliere i migranti in Italia.

La replica di Matteo Salvini non si è fatta attendere troppo. Via Twitter ha invitato il direttore artistico della kermesse canora ad occuparsi dei propri impegni, senza mettere bocca in faccende che non lo riguardano.

“Baglioni? Canta che ti passa, lascia che di sicurezza, immigrazione e terrorismo si occupi chi ha il diritto e il dovere di farlo”, sono le parole di Salvini sui social in risposta a quelle di Baglioni, impegnato da anni con la Fondazione O’scià, un progetto di musica volto all’accoglienza e sostenuto da eventi musicali svoltisi a Lampedusa.

Il progetto di Baglioni ha guadagnato il supporto di centinaia di artisti italiani e importanti riconoscimenti da parte del mondo politico, tra i quali l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il Patrocinio di Senato e Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero Affari Esteri, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero della Giustizia, Ministero delle Politiche Giovanili, Ministero Politiche Europee, Ministero dell’Ambiente, Comune di Lampedusa e Linosa e della Regione Siciliana.

“A Lampedusa già anni fa si avvertiva il ‘fenomeno’ degli sbarchi, ma l’intenzione della mia manifestazione del tempo, era quella di dire ‘Noi siamo preoccupati di quanto sta accadendo, con viaggi irregolari’. La classe politica e dirigente ma anche quella pubblica, ha mancato paurosamente e vediamo le gravissime ripercussioni”, sono le parole di Claudio Baglioni in conferenza stampa. Ha parlato poi di un Paese “rancoroso” che guarda tutti con sospetto e che non è volto all’accoglienza del prossimo invitando a riflettere su quanto non basti impedire gli sbarchi per risolvere i problemi dell’Italia. Si dovrebbe piuttosto affrontare le singole questioni e lavorare insieme per risolverle

“Il nostro e non solo il nostro paese è rancoroso, guardando tutti con sospetto anche la nostra ombra. Ritengo che le misure prese da questo Governo, ma anche da quelli precedenti non sono adatte. Penso che ora siamo di fronte ad una grana davvero grossa. Non possiamo pensare di risolvere questi problemi, evitando gli sbarchi di poche persone, dividendosele tra i diversi paese. Bisognerebbe dire la verità e chiarire che siamo di fronte ad un enorme problema mettendosi tutti a lavorare insieme per risolverlo”.

Le considerazioni di Baglioni sull’Italia attuale e il suo pensiero sulla necessità i accogliere i migranti non sono piaciute al vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, che ha invitato in malo modo l’artista a preoccuparsi di svolgere il suo lavoro di cantante, lasciando che ad occuparsi di politica e di immigrazione siano le persone preposte a farlo.

Per restare sempre aggiornato, aggiungi ai tuoi contatti su smartphone il numero 3770203990 e invia un messaggio WhatsApp con testo “NEWS”. Il servizio è completamente gratuito! In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo “STOP NEWS” allo stesso numero.
203
CONDIVISIONI

Lascia un commento: