Cast e personaggi di Sex Education su Netflix con Gillian Anderson, la scoperta del sesso tra ironia e riscatto

L'irriverente Sex Education su Netflix, dall'11 gennaio è disponibile in streaming la serie schietta e politicamente scorretta sulla scoperta del sesso in adolescenza

Dopo i successi di Tredici e The End of the Fuc**** World, un’altra serie teen si prepara a conquistare adolescenti e post-adolescenti di mezzo mondo: l’arrivo di Sex Education su Netflix, disponibile da venerdì 11 gennaio, è stato preceduto da recensioni entusiastiche per la freschezza e l’anticonformismo della sceneggiatura, messa in scena da un cast che vanta la presenza della veterana di X-Files Gillian Anderson ma anche di giovani talenti.

La storia di Sex Education è quella di un liceale maldestro, spaventato dai rapporti sessuali e perfino dalla masturbazione, che inizia a offrire consigli di educazione sessuale a scuola, materia di cui pensa di poter essere esperto dopo aver sopportato per anni l’imbarazzo di una madre terapeuta sessuale che non ha mai auto remore nel parlare dell’argomento apertamente.

L’annosa questione della scoperta del sesso negli anni della pubertà diventa così un’avventura da vivere tra incertezze, ironie, paure ma anche voglia d’avventura e di riscatto sociale. E la serie decide di raccontare tutto questo in modo esplicito, politicamente scorretto, senza classiche patine edulcorate da romanzo di formazione.

I personaggi principali di Sex Education sono Otis Milburn (Asa Butterfield), un adolescente impopolare alle prese con i classici problemi dei liceali, e sua madre Jean (Gillian Anderson), terapeuta esperta di sesso e relazioni che esercita la suaprofessione in casa. Otis ha sempre percepito il mestiere di sua madre come un ostacolo al suo sviluppo sociale e sessuale, ma dopo un episodio specifico avvenuto a scuola decide che quel genitore così ingombrante e atipico può diventare un vantaggio sugli altri: il ragazzo decide così di impartire consigli in tema sessuale ai compagni di scuola, istituendo con il suo migliore amico Eric (Ncuti Gatwa) e la sua cotta segreta Maeve (Emma Mackey) una vera e propria clinica del sesso in cui far fruttare l’inusuale educazione all’argomento ricevuta dalla madre, in modo da riscattarsi dall’anonimato e, in qualche modo, definire la propria identità. Il tutto, ovviamente, nonostante sia vergine.

Nell’era in cui anche l’educazione sessuale si è digitalizzata, la serie prova ad affrontare il tema inserendolo ancora nel tessuto delle relazioni umane sviluppate tra amici e famiglia, in bilico tra i soliti stereotipi sull’abusato argomento della scoperta del sesso in adolescenza e un’indubbia originalità nella scrittura, esplicita e divertente.

Ecco il promo della serie, che molto probabilmente sarà presto rinnovata per una seconda stagione.

Lascia un commento: